lunedì , 2 Agosto 2021
Renato Barilli in un autoritratto a tempera esposto nella mostra Tutto dal vero del 2014e che pose Barilli coraggiosamente nel ruolo di osservato.

A Giulianova conferenza di Renato Barilli al Museo d’Arte dello Splendore

Barilli, professore emerito all’Università di Bologna, ha dedicato le sue ricerche al tema della ricezione dell’opera d’arte, studiando le nuove dinamiche di fruizione già evidenziate da M. McLuhan.

Intensa anche la sua attività di curatore di mostre. Tantissime le sue pubblicazioni tra le quali ricordiamo: Tra presenza e assenza (1974); Il ciclo del postmoderno (1987); Corso di estetica (1989); La neoavanguardia italiana (1995); Impressionismi in Europa (2001); Maniera moderna e manierismo (2004); Prima e dopo il Duemila. La ricerca artistica 1970-2005 (2006); Storia dell’arte contemporanea in Italia. Da Canova alle ultime tendenze 1789-2006 (2007); Autoritratto a stampa e La narrativa europea in età moderna, entrambi del 2010; Tutto sul postmoderno (2013); La narrativa dei “capitani coraggiosi” (2016).

Barilli è universalmente ritenuto tra i più autorevoli studiosi e critici dell’arte contemporanea.

Guarda anche

Rivisondoli, seconda edizione del Premio Internazionale Kalos con Vittorio Sgarbi

Rivisondoli. Dopo lo straordinario successo della prima edizione tenutasi a Forte dei Marmi, quest’anno Irdidestinazionearte …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici + diciassette =