domenica , 20 Giugno 2021

Terremoto: continua lo sciame sismico. Info, accoglienza e numeri utili > in aggiornamento

I comuni più vicini all’epicentro sono Montereale (AQ), Capitignano (AQ), Campotosto (AQ) e Amatrice (RI). Il terremoto è stato localizzato a una profondità di circa 9 km.

Da questa mattina, 18 gennaio, leggendo le fonti dell’INGV sono state registrate numerosi eventi sismici nella provincia dell’Aquila tra Montereale, Pizzoli,  Capitignano, Campotosto, Cagnano Amiterno.

I più forti sono stati di magnitudo maggiore di 5.0 nell’arco di un’ora tra le 10.25 e le 11.25.

Tempo Origine (ora italiana)

Latitudine

Longitudine

Profondità

Magnitudo

 

2017-01-18 11:25:23

42.49

13.31

8.9

ML 5.3

 

2017-01-18 11:14:09

42.53

13.28

9.1

ML5.4, Mw 5.5

 

2017-01-18 10:25:40

42.55

13.26

9.2

ML 5.3, Mw 5.1

La sismicità delle ultime 24 ore nell’area della provincia dell’Aquila dove sono stati localizzati i 3 eventi di magnitudo maggiore di 5.

Questi eventi sono avvenuti nella zona a sud dell’area della sequenza iniziata il 24 agosto 2016 in Italia centrale.

 

GIULIANOVA – A seguito delle nuove scosse telluriche il sindaco Francesco Mastromauro è stato contattato da Lorenzo Alessandrini, responsabile dell’Ufficio rapporti istituzionali della Protezione Civile nazionale

A Giulianova il responsabile dell’Ufficio rapporti istituzionali della Protezione Civile, Lorenzo Alessandrini e su sua richiesta il sindaco attiva il COC che supporterà le attività della Protezione civile nazionale  per il soccorso alle popolazioni e per gli interventi nei territori.

Il sindaco, su richiesta di Alessandrini, ha attivato, ubicandolo nel Centro socioculturale del quartiere Annunziata, il COC, Centro Operativo Comunale, che  supporterà le attività del Dipartimento nazionale della Protezione Civile per il soccorso alle popolazioni e per gli interventi nei territori colpiti dal sisma. Contestualmente il sindaco Mastromauro sta sensibilizzando gli operatori alberghieri e le associazioni di categoria per richiedere la loro disponibilità nel caso dovessero affluire sfollati a Giulianova.

L’AQUILA – SISMA A MONTEREALE, APERTI MUSP ED EDIFICI COMUNALI PER OSPITALITA’ DISPOSTA EVACUAZIONE DEGLI UFFICI COMUNALI

RESTA OPERATIVO IL COC, GIA APERTO PER L’EMERGENZA NEVE. ANCHE DOMANI SCUOLE CHIUSE

     Il Sindaco dell’Aquila, Massimo Cialente, ha reso noto che, in seguito alla scossa di terremoto di intensità 5.3 con epicentro nel Comune di Montereale (e di quelle che si stanno susseguendo), sono state attivate tutte le funzioni del Centro operativo comunale, e non solo quelle legate all’emergenza neve, già operative da stamani per via della neve.

     Il Sindaco ha informato che attualemente non ci sono segnalazioni di danni a persone o cose nel Comune dell’Aquila, ma sono in corso accertamenti per ottenere ulteriori notizie. Cialente ha inoltre comunicato che, al fine di dare ospitalità ai cittadini che non volessero stare nelle prossime ore nelle proprie abitazioni, sono aperti i seguenti musp ed edifici comunali, pronti all’accoglienza.

– Scuola Mariele Ventre, via Ficara

– Scuola Primaria De Amicis, via della Polveriera

– Scuola Primaria Coppito

– Scuola Media Alighieri succursale Paganica

– Scuola Secondaria Mazzini di Pile

– Usi civici di Tempera

Altri musp saranno aperti nelle prossime ore.

    Il Sindaco ha inoltre comunicato che sono stati evacuati tutti gli uffici comunali e che rimangono in funzione il Coc e i servizi legati all’emergenza.

    Le scuole di ogni ordine e grado resteranno chiuse anche domani, giovedì 19 gennaio,

Il Coc ha reso noto che sono stati aggiunti ulteriori tre edifici comunali per l’accoglienza delle persone che non volessero rimanere nelle proprie abitazioni

–        Pagliare di Sassa

–        Centro anziani di civita di bagno

–        Ex Centro Caritas di Preturio

L’Ufficio stampa del Comune dell’Aquila

TERAMO AGGIORNAMENTO DAL PALAZZO DI CITTA’ h.19,00

Il centro di accoglienza del PalaBinchi è già esaurito. Le altre strutture comunali sono inagibili.
Dormire in macchina è impensabile con queste temperature.
Pertanto a partire dalle 18:00 da piazza San Francesco è attivato un servizio di navetta che trasferira i cittadini presso l’autorimessa TUA. Lì sono disponibili autobus per passare la notte.
La struttura è dotata anche dei servizi igienici.


Teramo i numeri di riferimento per l’emergenza terremoto

Polizia, 0861.324268

Carabinieri, 0861.324267

Vigili del Fuoco, 0861.324269

Guardia di finanza, 0861.324296

Provincia, 0861.324201

Prefettura, 0861.324466

Riaperto il centro di accoglienza al PalaBinchi, all’Acquaviva

Il numero per prenotare il Centro di accoglienza è: 0861.324299

MALTEMPO E TERREMOTO LA SITUAZIONE A ROSETO

L’amministrazione comunale fa sapere del massimo impegno in atto per fronteggiare l’emergenza in atto da giorni cui si è aggiunto, nella mattinata di oggi, il terremoto.

Per comunicare necessità e urgenze si può telefonare ai numeri:

085 8995192 fino alle ore 22

328 8604694 anche durante tutta la notte.

Dopo la scossa di terremoto delle 11,15 gli amministratori sono andati in diverse zone del territorio rosetano per controllare la situazione. Il sisma ha causato danni anche alla chiesa Santissima Assunta. Il sindaco Sabatino Di Girolamo, il vicesindaco Simone Tacchetti, l’assessore Nicola Petrini, sono immediatamente andati per un sopralluogo, ed è stato deciso a titolo cautelativo di chiudere la chiesa fino al compimento di più approfonditi esami. Nel contempo il Comune è stato evacuato dai dipendenti presenti, sempre a titolo cautelativo; rimangono gli amministratori e alcuni dipendenti necessari per il funzionamento del Coc.

Si terrà informata la popolazione sull’evolversi degli eventi.

Abruzzo, Paolucci (PD): urgente l’attivazione dello stato di calamità naturale, se necessario Governo acceda al Fondo di solidarietà dell’Unione europea

“Esprimo piena solidarietà e vicinanza a tutti i Comuni e alle popolazioni dell’Abruzzo dove in questo momento all’emergenza climatica è tornata ad aggiungersi l’emergenza sisma” afferma Massimo Paolucci, vice capodelegazione PD al Parlamento europeo.

 “È tristissimo da dire, ma la sfortuna sembra accanirsi dove davvero se ne poteva fare a meno. A monte e nelle aree interne abbiamo l’emergenza neve, a valle, come in provincia di Pescara, si deve far fronte agli allagamenti dovuti all’esondazione di torrenti e fiumi come il Saline e il Pescara con migliaia di famiglie rimaste isolate e senza elettricità insieme a danni enormi per l’agricoltura e l’economia del territorio” continua Paolucci.

“Tutto questo rende ancora più difficile e complicati i soccorsi oltre alla stima dei danni per gli eventi sismici di stamattina: strade, ferrovie e vie d’accesso sono in gran parte bloccate. Per questo” – conclude Paolucci –  “è necessario che il Governo proceda al più presto all’attivazione dello stato di calamità naturale, accedendo se necessario, anche al Fondo di solidarietà dell’Unione europea. Si faccia in fretta, perché in questi casi, il fattore tempo è determinante per ridurre il più possibile i danni”.

Terremoto: Domani chiusi uffici dell’Aquila

Pescara – Il direttore generale della Regione Abruzzo, Cristina Gerardis, in una nota, ha comunicato che nella giornata di domani, giovedì 19 gennaio, gli uffici regionali delle sedi dell’Aquila rimarranno chiusi in forza di ordinanza del prefetto dell’Aquila. Mentre gli uffici di Pescara verranno sottoposti a verifica speditiva da parte di ingegneri all’uopo incaricati nella prima mattinata di domani; pertanto, i dipendenti, potranno accedere agli uffici a partire dalle 10:30, orario in cui presumibilmente le verifiche saranno terminate.

Anche gli uffici dell’Aquila, nella giornata di domani, e in vista dell’apertura del giorno successivo (salvo sopravvenienze), saranno sottoposti ad analoghi controlli.


Notice: Undefined index: tie_hide_author in /var/www/clients/client1/web2/web/wp-content/themes/sahifa_/single.php on line 92

Guarda anche

Iper di Pescara Nord: furto alla tavola calda

Città Sant’Angelo – Nella notte scorsa ignoti dopo aver forzato la porta scorrevole del supermercato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × 2 =