lunedì , 6 Dicembre 2021

Giornata del Ricordo a Lanciano. ANPI e associazioni insorgono per il corteo di Casapound 

Lanciano – E’ previsto in città per domani sabato 11 febbraio il corteo silenzioso organizzato da CasaPound Italia per le vie del centro cittadino di Lanciano per la commemorazione di quegli italiani della Venezia Giulia e della Dalmazia che durante la Seconda Guerra Mondiale sono diventate vittime di un genocidio perpetrato dalle milizie jugoslave. Migliaia furono gli italiani scaraventati nelle foibe carsiche ed altre centinaia di migliaia furono costretti ad abbandonare la propria terra con violenze, minacce e vessazioni di ogni tipo. Manifestazioni si sono svolte e ancora si svolgeranno ovunque in Abruzzo per il giorno del ricordo ma il corteo degli attivisti di estrema destra previsto a Lanciano non è stato accolto con favore dall’associazionismo locale e dall’ANPI locale che rivendica il carattere antifascista simbolico della città frentana.

 

“Domani, a Lanciano città medaglia d’oro al valor militare, si terrà una manifestazione regionale di CASAPOUND. E’ strano che la manifestazione venga tenuta in una città simbolo. E’ chiaramente una provocazione. L’ANPI condanna fermamente ogni ideologia che professa di non credere, anzi li nega, nei valori della Resistenza, della democrazia e della convivenza pacifica.

Mai abbassare la guardia. Mai tacere. Vigileremo sempre per quei valori che hanno visto molti nostri concittadini uccisi, trucidati perché ebbero la forza e il coraggio di lottare per la loro e la nostra libertà” ha commentato con una nota la presidente della sezione Trentino La Barba dell’ANPI di Lanciano Maria Saveria Borrelli

 

All’ANPI si sono aggiunte con una nota congiunta ADV MALAMENTE – Lanciano, ANPI Pescara, AUSER Lanciano, ARCIGAY Chieti – Sylvia Rivera, Associazione Culturale I Cinque Sensi – Lanciano, Associazione Culturale L’Altritalia – Lanciano, Auser – Lanciano, Caffetteria Fenaroli – Lanciano, Collettivo AltreMenti – Sulmona
Collettivo Ualló Uallà, Collettivo Studentesco Lanciano, Collettivo Studentesco Sulmona, Collettivo Studentesco Pescara, Collettivo Zona 22, Coord. Democrazia Costituzionale – Lanciano
 Immagine arte
 Libreria Barbati
 Libreria D’Ovidio
 Libreria MU, Musica e Libri – Lanciano, Ridens Records, UDS – ABRUZZO che ora riguardo all’avvenuta autorizzazione del corteo chiedono alle autorità preposte di prendere una chiara posizione di condanna nel merito e nei propositi del partito organizzatore.

“Critichiamo aspramente la decisione di autorizzare un corteo di un partito che manifesta una evidente continuità con la storia del fascismo  e del neofascismo – scrivono le associazioni nella nota– La preoccupante crescita di movimenti e partiti di estrema destra, in Italia ed Europa, non può essere sottovalutata nell’autorizzare manifestazioni di  questo tipo.
Queste nuove realtà hanno un grande bisogno di visibilità che realizzano in manifestazioni opportunamente manipolate, come la Giornata del Ricordo, per riscrivere pagine di storia creando, volutamente, un clima di confusione e distorcendo la realtà dei fatti.
Ci auguriamo non vengano chiamate in causa, a sostegno delle autorizzazioni concesse, il dovere democratico di manifestare le opinioni, tutte. Se questo dovere esiste non deve sussistere il sostegno alla cattiva coscienza, alla leggerezza di esprimere opinioni falsate e maneggiate da chi sceglie e sostiene forme di gestione politica anti-democratiche e da stato di polizia”.

Le associazioni nella nota congiunta si chiedono  come sia possibile accogliere nella città Medaglia d’oro al Valor Militare, la manifestazione regionale di Casapound dall’Amministrazione Comunale che ha rivendicato, durante e dopo la recente campagna elettorale, la difesa e l’esaltazione degli ideali antifascisti.

“Neppure consideriamo opportuno, un corteo così organizzato, da chi distorce gli ideali ed il sacrificio dei Partigiani ed i valori della Resistenza, radicalizzando posizioni politiche ispirate a nazionalismo e intolleranza.
Chiediamo –scrivono infine le associazioni antifasciste– in particolare che il Questore e il Sindaco, in qualità di ufficiale di governo della città, adottino tutti i possibili provvedimenti in loro potere al fine di prevenire i concreti pericoli di ordine pubblico che potrebbero originare dalla suddetta manifestazione”.

 

Guarda anche

Chieti, verso il futuro: generazioni a confronto all’Itcg Galiani De Sterlich

Chieti. Una giornata all’insegna del confronto tra le generazioni si terrà il 3 dicembre dalle …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

11 + 20 =