giovedì , 29 Febbraio 2024

Montesilvano, dopo lo sgombero: Orsini replica alle accuse della sinistra “malafede e odio verso chi amministra, vedono lo sterco ovunque”

Montesilvano – “Considero esilaranti, raccapriccianti e in cattiva fede le illazioni della sinistra politica locale che attacca la nostra amministrazione sullo sgombero di Via Ariosto paventando possibili accordi con gli speculatori dell’edilizia”.
Risponde così il presidente della commissione lavori pubblici  Mauro  Orsini dopo quanto dichiarato dai rappresentanti locali di SI e RC-SE che ieri avevano avanzato dubbi sul futuro delle palazzine, dopo le dichiarazioni del sindaco Maragno,  Il primo cittadino aveva ipotizzato ai microfoni RAI di  essere pronto a ricevere proposte di riqualificazione “si dichiara pronto ad accordare premi di volumetria” aveva commentato Corrado Di Sante di  RC-SE.
Daniele Licheri per SI  aveva annunciato dopo la messa in onda del servizio che avrebbero presentato un esposto alla procura dove SI avrebbe chiesto di capire se ci fosse il pericolo di infiltrazioni della malavita organizzata  “che ora potrebbe anche giovare dello sgombero –scriveva Licheri– procedendo con l’ennesima speculazione edilizia dato che lo stesso sindaco Maragno annuncia oggi in pompa magna ‘premi di cubatura a chi riqualificherà l’area’”.

Il deputato Giovanni Paglia di SI sempre nella giornata di ieri avrebbe depositato un’interrogazione ad hoc.

“Questi personaggi che vedono il losco ovunque perchè non sono capaci di amministrare, di avere il coraggio di effettuare scelte come noi abbiamo fatto nel ghetto africano e quindi si oppongono a tutto,–ha commentato Orsini– non giudicano lo sgombero in Via Ariosto da parte dell’amministrazione Maragno come un’operazione di tutela della salute pubblica e privata; della lotta allo spaccio e alla prostituzione e alla salvaguardia del decoro di una città a vocazione turistica, ma impregnati d’invidia e odio verso le istituzioni poiché evidentemente sono frustrati e insoddisfatti della vita che conducono, gettano fango su chi lavora per risolvere i  problemi senza alcun interesse personale.”

Orsini fa sapere di respingere al mittente i sospetti di avere condotto le operazioni di sgombero per favorire i cementificatori  “non ci avrei mai pensato senza la loro cattiveria”, commenta e aggiunge “ la malafede e l’odio verso chi amministra con sacrificio li porta al delirio e a vedere lo sterco ovunque. La verità è che abbiamo condotto un’operazione che entrerà nella storia della città di Montesilvano –conclude Orsini– mentre chi critica e pratica la cultura del sospetto dovrà farsi un esame di coscienza e vergognarsi. Stiamo facendo il possibile per trovare una degna sistemazione per gli amici che hanno perso un tetto e chiedo un aiuto agli esponenti criticoni della sinistra locale invitandoli ad ospitare presso le proprie abitazioni parte degli ex residenti di Via Ariosto e dimostrare che alle solite chiacchiere fanno seguire i fatti”.

Guarda anche

Da De Laurentiis una proposta di realizzazione a Chieti per la “Casa del volontariato”

Chieti – L’On. Rodolfo De Laurentiis, candidato al Consiglio Regionale dell’Abruzzo nella provincia di Chieti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *