martedì , 5 Marzo 2024

La storia del Conservatorio di Musica Luisa D’Annunzio di Pescara in un libro delle Edizioni Menabò

Pescara – Sarà presentato sabato 10 giugno nell’Auditorium del Conservatorio di Pescara alle ore 17,00 il nuovo libro di Fernando Bellafante Il Conservatorio di Musica “Luisa D’Annunzio” origini e storia Edizioni Menabò. Dopo i saluti istituzionali di Antonio Di Marco, (Presidente della Provincia di Pescara), Marco Alessandrini (Sindaco di Pescara) ed Enzo Fimiani (Presidente del Conservatorio “Luisa D’Annunzio”) seguiranno gli interventi di: Andrea Lombardinilo (Università G. D’Annunzio), Massimo Magri (Direttore del Conservatorio “Luisa D’Annunzio”), Antonio Piovano (pianista e compositore), Gabriele Ferro (direttore d’orchestra) e Lucio Liviabella (violinista). L’evento sarà moderato da Franco Farias e si concluderà con un concerto a cura del Conservatorio di Musica di Pescara.

L’autore storico e genealogista, ha scelto di orientare le sue ricerche sulle origini del Conservatorio di musica di Pescara “Luisa D’Annunzio” che ha una lunga e gloriosa storia. L’istituto trae la propria origine dal Liceo Musicale “Luisa D’Annunzio” che, sorto nel dicembre 1928 per merito della Corporazione Musicale “Luisa D’Annunzio”, acquisì nel corso degli anni importanza e prestigio non solo in ambito regionale.

L’autore avvia la ricostruzione storica a partire dal 27 gennaio 1922 nella ricorrenza del quinto anniversario della morte di Luisa de Benedictis quando alcuni cittadini locali, memori dell’esortazione pronunciata un giorno da Luisa De Benedictis: «Onorate me con armonie non con marmi, comunicatevi in me, fondete i vostri spiriti in me, fate il mio tempio con la base musicale» su proposta del dott. Luigi Luise, costituirono un’Associazione Musicale, denominata “Luisa D’Annunzio”, si legge nel libro. Al riguardo inviarono un telegramma a Gabriele per annunciargli la splendida notizia: “Oggi, sotto auspici della Creatrice del genio Italico che c’ispira a nobili intenti, costituiamoci associazione propaganda musicale elevazione intellettuale nostro Abruzzo, chiedendo tua protezione. Luise Luigi, Seccia Enrico, Coen Umberto, Liberi Antonino, Luise Armando”. E la risposta del Vate non si fece attendere: “Dottor Luigi Luise Pescara (Abruzzi) Memore dell’antica filarmonica, saluto con gioia e con riconoscenza la nuova associazione musicale; e prego te e i compagni di considerarmi devoto servitore dell’alto proposito. Stop. Mia madre, Santa come Cecilia, sarà la nostra patrona e la nostra ispiratrice. Stop. Abbraccio in te gli amici della musica e miei. Gabriele d’Annunzio”.

La ricostruzione storica dell’istituto termina con la statizzazione del Liceo Musicale pareggiato “Luisa D’Annunzio” in Conservatorio di Musica “Luisa D’Annunzio”. La trasformazione tuttavia si completò mediante la convenzione del 6 luglio 1973 fra il Ministero della Pubblica Istruzione, l’Amministrazione Provinciale, l’Amministrazione Comunale e la Corporazione Musicale “Luisa D’Annunzio” con decorrenza primo ottobre 1969, per essere poi approvata l’8 agosto 1977, mediante la legge n. 663 “Statizzazione di istituti musicali pareggiati”.

Un ricco apparato fotografico e documentario impreziosisce il volume consentendo di approfondire la lunga storia di un’istituzione che ha rappresentato un punto di riferimento culturale ed artistico per la città di Pescara e per tutto il territorio.

Guarda anche

Il giornalista Fabio Iuliano con “Oceans” alla Mondadori di Pescara 

Pescara – La Mondadori di Pescara (via Milano) ospita la presentazione di Oceans (Radici edizioni), il nuovo romanzo dell’autore …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *