lunedì , 16 settembre 2019
Home » Polis » Città » Malori a Pescara: il responsabile è un batterio, il Campylobacter. > In aggiornamento

Malori a Pescara: il responsabile è un batterio, il Campylobacter. > In aggiornamento

Pescara – E’ un batterio, il Campylobacter , il germe individuato come responsabile della tossinfezione alimentare che ha interessato circa 200 bambini delle scuole elementari di Pescara. Ora rimane il dubbio su come si sia trasmesso ai bambini.

Il batterio causa un’infezione gastrointestinale comune nella maggior parte dei casi da cibi contaminati dai batteri campylobacter.

I batteri di questo specifico genere normalmente vivono nel tratto digerente di molti animali da allevamento (bovini, ovini, suini e pollame). A contribuire alla sua diffusione possono essere le feci di questi animali contaminando e i corsi d’acqua o i laghi. Gli esseri umani possono contrarre l’infezione in diversi modi, mangiando carne poco cotta (di solito pollame) o cibo preparato su taglieri o piani di cottura contaminati da carni dove il batterio era presente,  o bevendo acqua contaminata (non trattata) o latte non pastorizzato. Vi è inoltre la possibilità di contrarlo attraverso il contatto con un animale infetto o il contatto sessuale con un individuo infetto.

Sono solitamente i neonati e i bambini piccoli ad essere maggiormente a rischio nello sviluppare il campylobacter ma nono ne sono esenti gli adolescenti, anziani e chiunque abbia un sistema immunitario indebolito. I sintomi, possono variare da lievi a gravi, e si manifestano da 1 a 10 giorni dopo l’ingestione del cibo contaminato.
La malattia che può manifestarsi nei primi giorni con effetti simili a quelli dell’influenza dura da 2 a 5 giorni a volte può protrarsi fino a 10 giorni. Tra gli effetti può portare diarrea, vomito doloolori e crampi addominali uniti a febbre stanchezza, dolori muscolari e mal di testa.

 

Pubblichiamo la missiva del sindaco Marco Alessandrini al dirigente Fabio Zuccarini, a procedere alle operazioni richieste dal Dipartimento Prevenzione della Asl sulle mense, a seguito dei numerosi casi di malore riscontrati nei bambini residenti in più parti del territorio cittadino.
In base a quanto richiede la Asl il Comune si prepara a porre in essere le operazioni richieste che, come si legge dalla lettera Asl allegata, vanno dal rispetto di tutte le procedure già previste nel sistema HACCP dei laboratori di produzione delle mense scolastiche; l’accurata santificazione dei locali in cui si preparano, sporzionano e consumano i cibi; il reprocessing straordinario delle attrezzature e delle stoviglie; interventi di disinfestazione a scopo precauzionale; accurata igiene delle mani da parte degli operatori.

PE by Hgnews on Scribd

 

MANCINI CON SINDACO E ASSESSORE IN COMMISSIONE POLITICHE SOCIALI ED EDUCATIVE SULLA VICENDA DEI MALORI. NATARELLI: “RICOSTRUITE LE AZIONI SANITARIE E IL MECCANISMO DELL’APPALTO”

Nella mattinata odierna il manager della Asl Armando Mancini ha preso parte con il sindaco Marco Alessandrini, l’assessore alla Pubblica Istruzione Giacomo Cuzzi, il dirigente del Settore Istruzione e Mense Scolastiche Fabio Zuccarini e i consiglieri dedicati, alla riunione della Commissione Politiche sociali ed Educative presieduta dal consigliere Tonino Natarelli e convocata per fare il punto sulla vicenda dei malori riscontrati fra bambini appartenenti a diverse scuole pescaresi.

“Durante i lavori della commissione Mancini ha spiegato l’azione compiuta dalla Asl a fronte dell’emergenza, sia ai partecipanti alla Commissione, sia ai genitori convenuti, facendo la cronistoria e chiarendo la profilassi affrontata – riferisce il presidente Tonino Natarelli- Così come il sindaco, l’assessore Cuzzi e il dirigente hanno illustrato gli interventi attivati dal Comune, nonché tutto il meccanismo dell’appalto, dalle fasi della preparazione del cibo ai controlli esercitati dall’Ente sul soggetto gestore, agli organismi di partecipazione previsti dall’appalto, nonché tutti gli aspetti del servizio, che alla base ha anche i presupposti stabiliti da un’intesa con Coldiretti e l’associazione di prevenzione oncologica e alimentare, Isa, dell’oncologo Cianchetti, per introdurre cibi naturali, stagionali e il più possibile a km zero. E’ stato chiarito inoltre che si tratta di una situazione unica, in quanto nel passato non ci sono precedenti simili, come erroneamente circolato su alcuni media.

Durante i lavori sono inoltre emerse anche novità relativamente alla natura del batterio che ha colpito i bambini, le prime analisi sembrano escludere la salmonella, in base a quanto riferiscono dalla Asl, che ha compiuto i rilievi medici sui pazienti, resta ora da attendere il risultato delle verifiche sul cibo e sugli altri aspetti affidati a Nas, Asl e Istituto Zooprofilattico di Teramo, che non sono ancora state rese note.

L’Amministrazione ha ribadito vicinanza nei confronti dei bambini e le famiglie interessate dal problema e la massima disponibilità, una volta chiaro il quadro delle cause, a porre in essere azioni rigorose per stabilire anche le eventuali responsabilità e agire di conseguenza, perché quanto accaduto non si ripeta”.

 

IL M5S CHIAMA IN AUDIZIONE I VERTICI ASL IN REGIONE ABRUZZO ED IN PARLAMENTO AFFRONTA LA QUESTIONE DEGLI STANDARD DI QUALITA’ SU CHI LAVORA PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE.

“Alcune fonti stampa parlano di trasmissione attraverso la carne, ma attendiamo conferme dagli organi preposti alle analisi. La situazione, monitorata efficientemente dai NAS, comunque deve trovare immediatamente riscontro nelle sanzioni di chi, probabilmente per negligenza, ha causato un enorme danno alla salute pubblica, soprattutto dei bambini. Per questo abbiamo interessato Regione Abruzzo attraverso la convocazione dei vertici Asl nella commissione Sanità affinché riportino tutti i passi di questa vicenda e le azioni che si sono susseguite per evitare e contenere l’emergenza”. Il Commento arriva dal Consigliere regionale, Vice Presidente della Commissione Sanità in Regione Abruzzo, Domenico Pettinari. A lui si aggiunge il Deputato Gianluca Vacca, commissione cultura ed istruzione alla Camera. “C’è bisogno di accertare le responsabilità. Se questa vicenda è stata causata da una negligenza nella conservazione e preparazione dei pasti, una volta individuati i responsabili, dovrebbe essere interdetta la possibilità di lavorare in pubblica amministrazione a tempo indeterminato. Stiamo lavorando in Parlamento anche su questo fronte: le aziende che beneficiano di bandi pubblici devo presentare degli standard di qualità altissimi, soprattutto in ambienti sensibili come quello della scuola e del sistema sanitario”.


Notice: Undefined index: tie_hide_author in /var/www/clients/client3/web3/web/wp-content/themes/sahifa15032019/single.php on line 105

Guarda anche

RX a Pescara nord: Pettinari “6 anni di battaglie, vigileremo”

Pescara - Sono serviti sei anni di battaglie e denunce in ogni sede possibile ma, a quanto si apprende dai giornali, sembra che le istituzioni abbiano dato seguito a ciò per cui lottiamo da anni in nome dei cittadini abruzzesi: la messa in funzione dell’apparecchio radiologico per effettuare i Raggi x, situato nel distretto sanitario di Pescara Nord. Si tratterebbe di un altro traguardo raggiunto grazie alle nostre costanti denunce che va a sanare, con colpevole ritardo, una situazione di intollerabile sperpero di denaro pubblico”. Lo afferma il Vice Presidente del Consiglio Regionale Domenico Pettinari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × tre =