mercoledì , 21 agosto 2019
Home » Polis » Città » Partono i lavori sulla strada Parco, i comitati greenway promettono, ‘determinata azione di sorveglianza’

Partono i lavori sulla strada Parco, i comitati greenway promettono, ‘determinata azione di sorveglianza’

Pescara – Stamane il Comune di Pescara ha provveduto a sistemare alla meglio le betonelle in calcestruzzo che compongono la piazzola malridotta posta all’intersezione di Via del Milite Ignoto in funzione di rallentatore di velocità del traffico veicolare. E come ricordano i rappresentanti dei comitati Greenway, Maurizio Biondi, Antonella De Cecco, Antonella Ciancaglini e Ivano Angiolelli a breve inizieranno i lavori di riqualificazione dei marciapiedi (lato Monte e lato Mare) e della pista ciclabile coesistente, funzionali – nelle more dell’avvento del filobus autosnodato a doppia corsia di transito – alla sperimentazione di ventuno bus a metano di TUA SpA, previsti in esercizio per la primavera 2019 secondo le dichiarazioni rese alla stampa dal presidente Tonelli.

«Nulla è dato di conoscere sugli interventi di consolidamento del fondo stradale, da ricostruire in profondità,–spiegano i greenway–e neppure su quelli, altrettanto necessari, di sostituzione integrale dell’impianto di illuminazione, vetusto e inefficiente.
Saranno rimodulate le banchine di fermata all’altezza convenzionale di 15 cm per poi riportarle a quella attuale di 30 cm quando sarà pronto il filobus che sostituirà il cessato Phileas».

I comitati annunciano che seguiranno con attenzione gli avvenimenti, specie per quanto attiene la materia sensibile dell’accessibilità al servizio di trasporto delle categorie svantaggiate, allo stato dell’arte impedita dalla presenza di barriere architettoniche diffuse sull’intero tracciato.
«Alla ostinata volontà dell’Amministrazione di sottrarre la Strada Parco alla funzione sociale che garantisce da un ventennio, –ribadiscono i rappresentati dei comitati cittadini– seguirà la determinazione dei comitati nel proseguire l’attenta azione di sorveglianza fin qui esperita a tutela di un bene comune assai apprezzato dai cittadini e dagli operatori del fortunato mercato rionale del mercoledì».

Guarda anche

Ordinato lo sgombero per il CAS di Castellana: Il sindaco Marinelli “pericoli per la salute pubblica”

Pianella - Un controllo da parte del dipartimento di prevenzione della ASL di Pescara ha fatto emergere una condizione di sovraffollamento presso il Centro di Accoglienza e Soggiorno Immigrati (CAS) di Castellana. La struttura, infatti, prevede una recettività massima di 9 persone in luogo delle 14 presenti, condizione che come riferisce l'Amministrazione comunale, <>.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × cinque =