mercoledì , 14 novembre 2018
Home » Polis » Aziende » Da TUA precisazioni sui disservizi verificatisi in provincia dell’Aquila

Da TUA precisazioni sui disservizi verificatisi in provincia dell’Aquila

L’Aquila – Con riferimento ai disservizi verificatisi nei giorni scorsi in provincia dell’Aquila, TUA SpA comunica che gli stessi sono da ricondursi all’anomala protesta posta in essere da parte di alcuni dipendenti della sede di Avezzano al fine di contrastare, con modalità del tutto improprie, il trasferimento dei servizi commerciali da TUA SpA alla controllata Sangritana SpA.

L’azienda di trasporti fa sapere come l’impennata delle assenze per malattia ed il rifiuto ad effettuare prestazioni straordinarie hanno, di fatto, concretizzato alcuni casi di interruzione di pubblico servizio che TUA ha prontamente rappresentato all’A.G. per il seguito di competenza.

“Tutto ciò doverosamente premesso, Tua Spa si scusa per i disagi arrecati all’utenza –si legge nel comunicato– e precisa che si sta adoperando affinché gli stessi non si ripetano e, nel contempo, valutando le forme di indennizzo per i passeggeri coinvolti”.

Sulla questione è intervenuto anche il consigliere delegato ai Trasporti della Regione Abruzzo, Maurizio Di Nicola: “Il sottorganico del distretto di Avezzano che causa disservizio quando il personale si ammala – ha commentato Di Nicola – sicuramente troverà dei miglioramenti con il recupero del personale che, oggi, è impegnato sulle rotte commerciali verso Roma. Dal 1° novembre gli utenti avranno bus con maggiori servizi ed il distretto avrà maggiore personale per prevenire situazioni come quelle di queste ore”.

Guarda anche

Vertenza Salpa-Rolli, questa mattina raggiunto l’accordo

Pescara - È stato sottoscritto questa mattina nella sede di Pescara della Regione Abruzzo l'accordo tra azienda e organizzazioni sindacali per chiudere la vertenza Salpa-Rolli di Roseto degli Abruzzi, azienda del settore alimentare che conta circa mille dipendenti, aperta da oltre 8 mesi. L'accordo prevede il mantenimento dei livelli occupazionali nei siti produttivi di Roseto degli Abruzzi (Te) e Alanno (Pe) attraverso interventi specifici come la sottoscrizione di un contratto di sviluppo finanziato da Stato e Regione e l'erogazione di fondi provenienti dal Psr finalizzati a rinnovare gli impianti di produzione del sito di Roseto degli Abruzzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × quattro =