sabato , 16 Gennaio 2021

Maltempo: preallertata la Colonna mobile della Protezione Civile regionale

Dal pomeriggio di ieri 2 gennaio 2019, a seguito del progressivo calo delle temperature e dell’intensificarsi delle precipitazioni nevose fino a quote collinari, oltre 20 comuni abruzzesi hanno istituito i Centri Operativi Comunali (C.O.C.) Nella stessa serata del 2 gennaio la sala operativa ha inviato squadre di volontariato in soccorso di automobilisti bloccati nell’Alto Sangro e nel Comune di Castel di Sangro in supporto al C.O.C. Nella giornata odierna, 3 gennaio, oltre 20 squadre di volontari sono state attivate per monitoraggio del territorio Abruzzese nelle quattro Province. La Sala Operativa Regionale rimane in costante collegamento con la Sala Situazione Italia del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile, con il Centro Funzionale d’Abruzzo, con le quattro prefetture abruzzesi, con la Società Autostrade, Strada dei Parchi e Anas. Personale di Sala Operativa è presente presso il Comitato Operativo Viabilità convocato stamani presso le Prefetture di Chieti e Teramo.

Guarda anche

Maltempo, il governo nega il riconoscimento dello stato di emergenza per la grandinata di luglio scorso

Pescara - Il Dipartimento di Protezione Civile ha notificato alla Regione Abruzzo il diniego al riconoscimento dello Stato di emergenza, e quindi di contributi statali, per i danni provocati dalla eccezionale grandinata del 10 luglio scorso. Secondo la Protezione Civile, nonostante i plurimi sopralluoghi effettuati nei comuni maggiormente colpiti, i danni riscontrati possono e devono essere affrontati con le ordinarie risorse degli Enti locali interessati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16 − 10 =