venerdì , 22 marzo 2019
Home » Focus » Cronaca » Montesilvano, svastica e simboli SS sui muri della sede della CGIL

Montesilvano, svastica e simboli SS sui muri della sede della CGIL

DI SANTE (PRC) “L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE CONDANNI IL GESTO E PROVVEDA ALLA CANCELLAZIONE”

Montesilvano –  I soliti ignoti, la notte appena trascorsa hanno imbrattato i muri della sede della Cgil di Montesilvano con svastica e simboli riconducibili alle SS, la polizia speciale nazista.

Rifondazione Comunista con una nota esprime piena solidarietà alla Cgil. “È un fatto grave da non sottovalutare, un fatto che dovrebbe spingere le forze sociali, l’amministrazione e la cittadinanza ad un moto di indignazione. Non è la prima volta che accade nella nostra città.  –commenta Corrado Di Sante, segretario provinciale Rifondazione Comunista– Sono numerosi gli episodi più o meno gravi. Il reiterarsi di un linguaggio intriso di esasperazione, odio e violenza,  volto a criminalizzare chi è diverso o povero, la caccia allo straniero,  le passeggiate per il “decoro e la legalità” creano purtroppo il contesto nel quale dei vigliacchi possono sentirsi appagati verniciando simboli nazi-fascisti sui muri della città, anche con carattere intimidatori come nei confronti della sede della Cgil”.
Di Sante chiede che a questo punto l’amministrazione comunale condanni unanimemente il gesto e  intervenga per la rimozione di simboli e scritte nazifasciste “nulla hanno a che fare con la nostra Costituzione repubblicana ed antifascista, ci sono valori che non possono avere zone d’ombra o tentennamenti. Montesilvano non può tollerare svastiche ed intimidazioni”.

L’ANPI  “Sciogliere gruppi neofascisti, noi da sempre con sindacato, baluardo democrazia”

A intervenire esprimendoo solidarietà alla Cgil di Montesilvano anche ilComitato Provinciale Anpi Pescara Ettore Troilo
“Poche parole per stigmatizzare quanto accaduto a Montesilvano, dove i muri della sede della Cgil sono stati imbrattati con simboli che richiamano soltanto terrore, morte ed orrore..
Quella sede nei mesi scorsi è stata la sede di riunioni per organizzare la manifestazione anti razzista del 1 dicembre: in quella sede da anni si tutelano i lavoratori, gli sfruttati, i migranti e i bisognosi. Chi attacca il sindacato attacca la democrazia. Chi fa apologia del nazifascismo è anticostituzionale: l’Anpi chiede da tempo lo scioglimento delle organizzazioni neo fasciste, quali Casapound e Forza Nuova, ma non ci illudiamo che la battaglia sia facile vista l’aria di questi tempi. Un caso che queste svastiche siano uscite proprio oggi, o qualcosa ha incitato ed eccitato queste ‘’zecche neofasciste’’ come le ha chiamate il segretario della Fiom pescarese Alessandra Tersigni?
Siamo col la Cgil, siamo al suo fianco. Siamo vicini a uno dei baluardi della democrazia italiana. Siamo sicuri che le istituzioni repubblicane faranno luce su questo nauseabondo episodi e puniranno i colpevoli”.

Guarda anche

CONTROLLI SULLA FILIERA ITTICA DELLA GUARDIA COSTIERA DI GIULIANOVA

Giulianova

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattordici + 17 =