venerdì , 22 febbraio 2019
Home » Culture » Cultura » #ArteResistente anche a Pescara questa mattina le mani dei disperati

#ArteResistente anche a Pescara questa mattina le mani dei disperati

Pescara – Erano già apparse la mattina del 3 febbraio scorso, prima che il ministro Salvini arrivasse ad Atri per un comizio elettorale.

Quelle manine di cartone sono tornate ad accoglierlo davanti al portone del municipio di Pescara dove nel pomeriggio si terrà la conferenza stampa di Salvini accompagnato da Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni. L’installazione artistica di Atri era stata realizzata dal collettivo “Oltre il Ponte”.
L’operazione è ormai nota come #Arte Resistente Installazione Artistica Nazionale, in rete proprio per questo dopo l’esperienza atriana da giorni circolano dei meme nei quali vengo fornite le istruzioni per poter realizzare e replicare ovunque l’installazione.

La rete “Oltre il Ponte” su quanto realizzato a Pescara ha commentato “Dopo Atri, anche Pescara si ri-sveglia con l’installazione artistica “mani” che annegano. Per ricordare al ministro dell’interno, che sfilerà oggi in città, che le vite delle persone ci stanno a cuore e vogliamo che più nessuno muoia in mare.”

L’APPELLO LANCIATO DAL COLLETTIVO ATRIANO

Democratici, socialisti, comunisti, liberali, progressisti, repubblicani, radicali, anarchici, antifascisti e antirazzisti tutti, siamo sei cittadini che il 3 febbraio hanno realizzato in Atri (Abruzzo) un’installazione artistica contro le politiche disumane della Lega di Salvini. Una protesta semplice, non violenta ed efficace che ha avuto una inaspettata grande risonanza mediatica ed ha spiazzato tutti.

Sono mani di cartone sparpagliate sulle piazze delle nostre città e dei nostri quartieri che trasformano la pietra e l’asfalto nel Mediterraneo che chiede aiuto. Sul retro troverete un metodo per realizzarne decine in poche ore ma ognuno potrà inventarsi il suo.

Così noi abbiamo accolto Salvini nella nostra cittadina, così vi chiediamo di accoglierlo ovunque. Ministro, sentiti libero di esprimere qui, con i tuoi elettori, idee disumane di società. Qui tra queste mani che affondano, silenti come coloro che, in mare, hanno la testa nell’acqua. Coraggioso è chi mette in gioco la propria vita, non chi gioca con quella degli altri.

CI APPELLIAMO A VOI perché sappiamo che non saprete dirci di no e che vedremo tante mani in tante piazze.

Un abbraccio a tutti. Barbara, Caterina, Gianluigi, Giuseppe, Ilaria, Marco

Guarda anche

All’Aurum arriva Sguardi Svelati, lo spettacolo contro la violenza di genere  

Pescara - Si chiama Sguardi Svelati (appassionate confessioni ad occhi chiusi) lo spettacolo teatrale contro la violenza di genere, ideato e diretto da Maria Paola Lanzillotti, presentato da Kairos Ensemble, in collaborazione con la Polizia di Stato e con il patrocinio del Comune di Pescara. Un testo scritto da Maria Paola Lanzillotti e Simona Barba, tratto da storie vere che sarà portato in scena all'Aurum il 20 e il 21 febbraio alle 21 non solo per toccare le coscienze su uno dei temi sociali più duri di questi anni, ma anche per sensibilizzare giovani spettatori. Stamane la presentazione a Palazzo di Città con l'assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo, Maria Paola Lanzillotti, Simona Barba, Lina Colantoni. e Leonardo Dooderman, titolare della comunicazione dello spettacolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × quattro =