lunedì , 25 marzo 2019
Home » Passioni » People » Associazioni » A Montesilvano al via 1° corso gratuito di “Cucito creativo”

A Montesilvano al via 1° corso gratuito di “Cucito creativo”

Montesilvano – Sabato  16  marzo 2019  parte  il 1° corso gratuito di “Cucito creativo” organizzato dalla  “Sartoria Ro’ con la collaborazione dell’Associazione Amare Montesilvano e Porto Allegro.

Il corso sara’ in due fasi; una dedicata agli adulti e una ai ragazzi dagli otto agli 11 anni. I corsi si effettueranno nei locali della Sartoria Rò messi a disposizione dalla struttura di Porto Allegro  la mattina e nel pomeriggio secondo il calendario che si andrà a programmare. Il primo corso dal 16 marzo al 23 marzo è  rivolto agli adulti e sarà sulla “realizzazione ” di una “ Shopper con applicazioni e manici”

Il materiale per il 1° corso sarà a cura dell’organizzazione. Si inizierà con le prime elementari tecniche di taglio e cucito per arrivare alle macchine cucitrici e alla lavorazione di astucci e cerniere.

Per i ragazzi, dichiara Rosa Roio in arte, “detta la regina degli abiti di carnevale”, proporremo il progetto “Vesti la tua bambola o i il tuo bebè

Il corso dichiara Rò  si pone la doppia  finalità di  formare  piccoli e grandi  al raggiungimento di una discreta tecnica di realizzazione, imparando ad usare diversi tipi di materiali e nello stesso tempo rafforzare le relazioni sociali tra bambini e adulti , imparando il criterio di lavoro di “gruppo” coordinato, lavorando con gli altri (bambini e adulti di riferimento) nel rispetto del proprio ruolo, sviluppando la creatività, l’inventività e la fantasia; sperimentare l’utilizzo di diversi materiali naturali e non, e di varie tecniche; responsabilizzare circa il valore delle cose; risvegliare l’entusiasmo di sperimentare e quindi imparare attraverso l’esperienza.

Guarda anche

Campagna anti prostituzione, il sindaco di Montesilvano Maragno replica ad Arcigay Chieti

Montesilvano – ll sindaco di Montesilvano replica alle critiche di questa mattina sollevate dall'associazione Arcigay e Mazì nei confronti della  campagna di comunicazione contro la prostituzione, campagna presentata sabato scorso a margine di un progetto più ampio per contenere il fenomeno, “La parola “puttana” sottrae libertà alle donne, -avevano sottolineato Arcigay e Mazì–  è un insulto vigliacco perché non prevede la possibilità di risposta, è l’insulto principale che le donne si sentono dire quando subiscono violenza o quando l’intento dell’offesa è quello di annichilire ed annullare la vittima”. Arcigay aveva anche chiesto al comune di Montesilvano di rettificare lo slogan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici − 2 =