martedì , 25 giugno 2019
Home » 2019 » marzo » 28

Archivio giornaliero: 28 Marzo 2019

PRENDI LA MIA MANO: UN GESTO D’AMORE CONTRO LA VIOLENZA

di Cinzia D’Intino e Lisa Sablone Penne - Si è svolto sabato 23 Marzo, a Penne, presso la Sala Consiliare del Comune, il convegno “Dietro la maschera: i diversi volti della violenza”, promosso dall’Associazione Mede@ Onlus, che da anni opera nell’ambito del contrasto e della prevenzione alla violenza, in occasione dell’inaugurazione dello Sportello Antiviolenza, Bullismo e Mobbing, che sarà attivo ogni giovedì presso il Comune di Penne dalle 10.00 alle 12.00. Molteplici sono stati gli argomenti trattati e gli spunti di riflessione offerti al pubblico presente in sala.

Leggi ancora »

SEVEL – SMARGIASSI E TAGLIERI (M5S) “ULTIMO MIGLIO SACRIFICA I LAVORATORI PER LOGICHE DI RISPARMIO DELLE AZIENDE DI TRASPORTI”

Atessa - "Più che Ultimo miglio è un viaggio della speranza. I lavoratori Sevel di Atessa sono costretti a fare i conti con un piano di mobilità scelto a tavolino ma che probabilmente nessuno ha analizzato nella sua fattiva applicazione. I disagi sono tanti  sia per i lavoratori che per i conducenti dei mezzi. Per questo chiediamo immediatamente un tavolo tecnico tra Sindacati, Regione Abruzzo e i rappresentanti delle autolinee”. Lo affermano i consiglieri regionali Pietro Smargiassi e Francesco Taglieri che questa mattina sono andati a parlare direttamente con i lavoratori nel cambio turno, per comprendere le criticità del servizio di trasporto dei dipendendi dell’azienda, e di quelle collegate, a seguito dell’introduzione del piano Ultimo miglio, che prevede quattro navette di diverso colore che dovrebbe dislocare i vari lavoratori nelle fabbriche della Val Di Sangro.

Leggi ancora »

Campagna antiprostituzione: replica di Maragno alle Pari opportunità “chiesta la rimozione di manifesti che non ci sono”

Montesilvano – «“L'immediato ritiro di un manifesto rispettoso della dignità femminile”. Leggendo la lettera ricevuta oggi, sorrido di fronte alla superficialità con cui qualcuno ha apposto la sua firma su un documento di cui evidentemente non conosce nemmeno il contenuto». Lo dice il sindaco che aggiunge: «Le consigliere di Parità della Regione Alessandra Genco, la presidente della Commissione Gemma Andreini e la consigliera di Parità provinciale Danielle Mastrangelo parlano di manifesti da ritirare. Manifesti che tuttavia non esistono. Così come parlano di messaggi “Rispettosi della dignità della donna”. Mi domando quindi se prima di inviare la loro missiva hanno fatto un giro per le strade della città. Poiché loro stesse ci insegnano che le parole sono importanti, dato che si appigliano ad un unico termine, additandolo come discriminatorio, non valutandone l’accezione più ampia e soprattutto il contesto del messaggio a cui esso è connesso, voglio sottolineare che la parola manifesto significa letteralmente “foglio di carta esposto in pubblico”. Ci dicano dove le tre rappresentanti hanno visto anche un solo manifesto denigrante o discriminatorio, dal momento che a Montesilvano, le affissioni legate alla campagna anti prostituzione riportano il messaggio “Dai valore alla tua famiglia, vita, salute, e dignità”, come  si può tranquillamente constatare con le foto che allego».

Leggi ancora »

Tombesi spalle al muro: servono solo i tre punti

Ortona. Dopo oltre tre settimane dall’ultima gara disputata, la Tombesi scenderà di nuovo in campo martedì prossimo, 2 aprile, sul difficile campo di Aniene. Dopo la vittoria del Lido di Ostia di sabato scorso (3-1 al Real Cefalù), Silveira e compagni devono vincere per mantenersi a -2 dalla capolista e potersi giocare il tutto per tutto nello scontro diretto del …

Leggi ancora »

Pari opportunità contro la campagna del comune di Montesilvano “immediato ritiro del manifesto”

Pescara - La Consigliera di Parità della Regione Abruzzo, Alessandra Genco, la Consigliera della Provincia di Pescara, Danielle Mastrangelo e la Commissione Pari Opportunità della Regione Abruzzo, nella veste della presidente, Gemma Andreini, a seguito di numerosissime segnalazioni, hanno scritto una lettera al Sindaco di Montesilvano, Francesco Maragno, chiedendo l'immediato ritiro del manifesto: "non mandare a puttane la tua famiglia", relativo alla campagna antiprostituzione, ritenendo la frase non appropriata, irrispettosa della dignità femminile e discriminatoria.

Leggi ancora »

I ragazzi delle 4 della Direzione Didattica di Montesilvano a lezione di “Educazione Ambientale”

Montesilvano - Si è svolto nell’aula multimediale della Direzione Didattica di Montesilvano diretta dal Prof. Roberto Chiavaroli un primo incontro tra un gruppo di 30 allievi delle 4, l’Assessore all’Igiene Urbana Paolo Cilli, il Consigliere Adriano Tocco, l’ng. Nicola della Corinna Dirigente Formula Ambiente , il Coordinatore ai servizi di Formula Ambiente Tiziano Castagna, nell’ambito del PON 2014/2020 relativo al modulo Educazione Ambientale “Osservo,comprendo e rispetto…..l’ambiente” coordinato dall’esperto Anna Cicciotti e dalla tutor Paola Candeloro.

Leggi ancora »

Potature a Montesilvano: Di Giampietro (Comitato Saline Marina PP1) “23 righe per demolire 2 km di siepi di oleandro ” – DOCUMENTO

Montesilvano – L’Architetto Giuseppe Di Giampietro, portavoce del Comitato di quartiere Saline Marina PP1 torna a contestare i metodi usati per lavori lavori di potatura e abbattimento di piante sul territori cittadino, un braccio di ferro con l’Amministrazione cittadina che dura dal dicembre scorso e nel corso del quale c’erano state diverse osservazioni sulle potature agli aceri platanoidi dei viali che vennero definiti “candelabri mortuari e attaccapanni’”, con una lettera aperta il comitato era intervenuto dopo il taglio e le potature ad alcuni pini sulla riviera, infine non era passata inosservata l’operazione di potatura radicale degli oleandri sulla strada parco. L’assessore competente aveva stigmatizzato le critiche giunte da più associazioni, controbattendo che gli uffici comunali in questi casi si rivolgono a “figure specialistiche come quelle degli agronomi”. Il comitato cittadino dopo le proteste presso il comune e due richieste di accesso civico agli atti ha ora avuto acceso ai documenti scritti e li rende pubblici.

Leggi ancora »