lunedì , 21 ottobre 2019
Home » Polis » Politica » Nessun commissariamento nel PD pescarese: le precisazioni dei Segretari Di Sabatino e Tocco

Nessun commissariamento nel PD pescarese: le precisazioni dei Segretari Di Sabatino e Tocco

Pescara – “L’interpretazione data al comunicato stampa di ieri, circa un commissariamento di fatto del Pd della Provincia e del Comune di Pescara, non corrisponde né al mio pensiero né alla mia volontà, né tanto meno a quella dei dirigenti nazionali del partito, con cui ieri a Roma questo tema non è stato emerso”. È quanto dichiara in una nota stampa Renzo Di Sabatino, Segretario regionale del Pd Abruzzo dopo aver realizzato che alcune sue dichiarazioni rilasciate ieri, erano state in qualche caso, male interpretate dalla stampa.

Di Sabatino aveva reso noto che in questa fase, sarebbe stata la voce della segreteria regionale a rendere nota ogni posizione ufficiale  circa le decisioni del partito riguardo le elezioni comunali di Pescara. Ma in qualche caso la notizia è stata interpretata come una precisa volontà della segreteria nazionale e regionale di procedere ai commissariamenti degli organi del PD cittadino e provinciale in seguito a un un incontro romano.

“Al contrario,  –ha commentato Di Sabatino– gli organi politici locali e provinciali, che ringrazio per il lavoro svolto fino ad oggi e per il coinvolgimento costante della mia persona, continueranno ad affiancarmi in questo percorso di ulteriore riflessione e consultazione con le forze del campo progressista, che intendo condurre in prima persona.
La necessità di precisare che l’unica posizione ufficiale circa le elezioni comunali di Pescara sarà quella espressa dalla Segreteria regionale è scaturita a seguito di settimane frenetiche, durante la quale più volte le riflessioni dei singoli, seppur legittime, sono apparse sui social e sugli organi di stampa come il  pensiero univoco del Partito Democratico”.
 

 

Il Segretario del PD provinciale pescarese Enisio Tocco “ contenere le seppure legittime esternazioni mediatiche individuali”



“Ringrazio il Segretario regionale per questa precisazione rispetto ad un’interpretazione mediatica che non corrisponde affatto al percorso di lavoro finora condiviso insieme, compreso anche il suo ultimo comunicato.
Ho sempre cercato, sin dal mio insediamento, –spiega Tocco– di interpretare lo spirito inclusivo del mio partito, attraverso un atteggiamento aperto e accogliente nei confronti di tutti coloro che hanno voluto dare un contributo alla discussione, coinvolgendo anche i nuovi rappresentanti locali delle diverse mozioni nazionali che animano il Partito Democratico.
Sono fermamente convinto che solo attraverso uno spirito unitario ma plurale il nostro partito possa esprimere al meglio tutte le energie di cui è capace.
Ciononostante condivido la necessità, specie in questo delicato momento, di contenere le seppure legittime esternazioni mediatiche individuali che non giovano ad impostare una sintesi univoca e condivisa delle singole posizioni. Una sintesi che possa costituire indirizzo per le forze di coalizione, per impiantare anche per le amministrative un progetto di campo largo e aperto, come quello presentato alle regionali con Giovanni Legnini.
Infine, vorrei ringraziare l’avvocato Carmine Ciofani per la sua disponibilità a scendere in campo e lo storico Enzo Fimiani per l’apertura che ci ha dimostrato, due personalità di spessore, con le quali mi sono interfacciato in questi giorni, nell’individuazione di un candidato guida per il nostro progetto”.

 

 

LE DICHIARAZIONI RILASCIATE IERI DAL SEGRETARIO REGIONALE

DI SABATINO (PD) SU ELEZIONI COMUNE DI PESCARA

Guarda anche

Sicurezza a Pescara: il M5S “città allo sbando”

“Con i proclami e la propaganda non si ferma la violenza in città. Sindaco e giunta inizino ad assumersi le loro responsabilità di governo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro + otto =