domenica , 18 agosto 2019
Home » Passioni » People » Teramo, il saluto del Sindaco al Comandante dei Vigili del Fuoco Romeo Panzone

Teramo, il saluto del Sindaco al Comandante dei Vigili del Fuoco Romeo Panzone

Teramo – Questa mattina il Sindaco Gianguido D’Alberto si è recato presso la Caserma dei Vigili del Fuoco, in via Diaz , per salutare il Comandate Romeo Panzone, che oggi stesso lascia la nostra città perché trasferito ad altra sede. Accompagnato dal Comandante dei Vigili Urbani Franzo Zaina e dal dirigente del settore Lavori Pubblici Remo Bernardi, e accolto dal consigliere comunale Giovanni Cavallari che è funzionario dei Vigili del Fuoco, il Sindaco ha scambiato alcune battute col Comandante Panzone.

Entrambi hanno manifestato il reciproco rammarico per la partenza, sottolineando da un lato il significativo lascito umano e professionale che quest’ultimo consegna a Teramo e dall’altro il dispiacere di dover lasciare una comunità alla quale già intimamente legato.

Quindi, alla presenza anche di alcuni Vigili del Fuoco, il Sindaco ha consegnato al Comandante una pergamena con la quale ha voluto attestare i sentimenti della città e della quale riportiamo il testo:

«La città di Teramo esprime gratitudine e riconoscenza al Comandante Romeo Panzone per l’attività svolta negli anni. Con competenza e professionalità, unite a passione e dedizione al servizio, ha assicurato la presenza attenta e capillare del corpo dei Vigili del Fuoco.

Un particolare accento va posto sull’attività condotta nella vicenda più dura e dolorosa della nostra epoca, quella del sisma, nella quale gli uomini guidati dal Com. Romeo Panzone hanno saputo garantire anche conforto e incoraggiamento ad una popolazione così prostrata.

Di particolare importanza e significato, poi, la disponibilità che il Com. Romeo Panzone ha posto in essere nei rapporti con le istituzioni, tra queste il Comune, con cui ha tessuto relazioni divenute patrimonio prezioso in termini di collaborazione, sinergia e cooperazione.

Auguriamo al Com. Romeo Panzone ulteriori successi e auspichiamo per lui il raggiungimento di traguardi professionali e personali che siano specchio della sua riconosciuta e apprezzata sensibilità».

Guarda anche

Ci lascia Iva Polcina, scrittrice e operatrice culturale

È scomparsa all’età di 75 anni Iva Polcina, scrittrice e operatrice culturale. Nata a Capestrano (L'Aquila) nel 1944, ha insegnato in Lombardia e in Liguria ed ha vissuto in Grecia. Ha partecipato a stages teatrali tenuti da Giorgio Albertazzi nella città di Volterra, dal 1996 al 1998. Per la sua attività letteraria ha conseguito premi e riconoscimenti, tra cui il Premio della Giuria del “Fiorino d’Oro”, il Premio “Giorgio Albertazzi”, il Premio Internazionale “Emigrazione” per il libro “Terre di Guerrieri”,  il Premio “Lettera d’Amore” per una lettera d’amore dedicata al Guerriero di Capestrano. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × 1 =