domenica , 18 agosto 2019
Home » Focus » Ambiente » Spoltore, Rieco presenta il nuovo servizio di raccolta “porta a porta”

Spoltore, Rieco presenta il nuovo servizio di raccolta “porta a porta”

Spoltore – Il Comune e Rieco S.p.a., il nuovo gestore del servizio di raccolta, presentano il nuovo servizio di raccolta “porta a porta”: tutte le novità saranno presentate, ai cittadini e alla stampa, venerdì 24 maggio, alle ore 10.00, nella Sala Consiliare del Comune di Spoltore. Partecipano il sindaco Luciano Di Lorito, il presidente di Rieco Alberto Berardocco, il direttore tecnico Angelo Di Campli.

Nel parcheggio in via Di Marzio, inoltre, saranno mostrate le tipologie di mezzo che saranno impiegati, a partire dall’1 giugno 2019, sul territorio di Spoltore.

Il primo cittadino ha inviato in questi giorni una lettera per illustrare le novità e ringraziare i cittadini per la dedizione con la quale hanno differenziato in questi anni: “Grazie al vostro impegno, Spoltore raccoglie una quota considerevole di materiale differenziato. Il porta a porta è ormai un’abitudine consolidata e siamo convinti sia il momento giusto per migliorare ulteriormente questa pratica, che ci auguriamo possa in breve tempo raggiungere quote superiori al 70%”.

Il passaggio delle gestione da Ecologica a Rieco sarà l’occasione di un sostanziale rinnovamento dei servizi: tutti i cittadini iscritti al ruolo Tari riceveranno tramite posta i codici identificativi da apporre su ogni mastello in loro possesso nonché una Green Card che consiste in una vera a propria carta d’identità pensata per i servizi di igiene ambientale, dotata di un codice datamatrix che permette l’immediata identificazione dell’utente. Consentirà inoltre l’accesso all’Isola Ecologica Comunale in corso di realizzazione nell’area artigianale a Santa Teresa di Spoltore.

Dal primo giugno sarà attivo anche il nuovo numero verde 800 521 506 (attivo dal lunedì al sabato dalle ore 08:30 alle ore 14:30 e dalle ore 15:00 alle ore 18:00, festivi esclusi).

Guarda anche

Co.n.al.pa. I pini della Val Vibrata vanno tutelati

In merito alle recenti richieste di abbattimento dei sessanta pini storici della SS-259 sulla Val Vibrata interviene il Co.n.al.pa. delegazione Abruzzo con una nota.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

10 − 3 =