lunedì , 22 luglio 2019
Home » Focus » News » Aggressione omofoba a Pescara: dalle associazioni sit-in di solidarietà

Aggressione omofoba a Pescara: dalle associazioni sit-in di solidarietà

Pescara – Due ragazzi brasiliani, in vacanza a Pescara, sono stati brutalmente picchiati nella notte tra sabato 22 e domenica 23 Giugno in Via Umbria, in pieno centro.
Aggrediti pare perchè a passeggio mano nella mano. I due giovani sarebbero stati ripetutamente colpiti con calci e pugni. L’allarme è stato lanciato da loro stessi attraverso una chiamata al 118. In seguito all’arrivo dell’ambulanza, sono stati trasportati in ospedale. L’episodio nella giornata di ieri aveva provocato sdegno e attestati solidarietà dal mondo civile e politico, oggi le associazioni cercano di dare un segno tangibile di vicinanza con un sit-in e una raccolta di firme per il rilancio di una legge regionale che favorisca la parità di genere.

“Uno dei due, il più grave, ha riportato ferite evidenti al volto visibilmente tumefatto”, ha scritto ARCI Pescara in una nota, rendendosi disponibile ad offrire supporto legale ai due giovani.
Come associazioni operanti sul territorio,impegnate a combattere stereotipi e pregiudizi nei confronti della comunità LGBT+ e a prevenire bullismo e violenza omotransfobica, dalle associazioni Mazì Pescara, La Formica Viola, Arcigay Chieti, Jonathan, Spazio Donna Abruzzo arriva la ferma condanna per quanto accaduto alla coppia aggredita «a cui va la nostra totale solidarietà e vicinanza. Rigettiamo altresì con forza l’odio e l’intolleranza da cui quest’azione è scaturita. Pescara è stata e deve rimanere una città aperta, accogliente, in cui ogni persona possa essere semplicemente sé stessa, tutelata nell’espressione del proprio orientamento sessuale e/o dalla propria identità di genere. Ritenendo inammissibile il vuoto legislativo vigente in materia nella nostra Regione, chiediamo a gran voce alla Giunta comunale e a quella regionale degli atti concreti volti al contrasto della suddetta violenza.
A tal proposito, invitiamo la cittadinanza ad unirsi ad un Sit-in previsto per sabato 29 Giugno in Piazza Primo maggio alle 18, durante il quale proseguirà la raccolta firme, iniziata il mese scorso, per il rilancio del Progetto di Legge regionale “Norme contro le discriminazioni e le violenze determinate dall’orientamento sessuale e dall’identità di genere”, già presentata nel 2017».

 

Guarda anche

Ricognizione dei danni da maltempo, a Montesilvano domande entro il 18 luglio

Dopo le avverse condizioni meteorologiche dello scorso 10 luglio, che hanno provocato numerosi danni, oggi la giunta ha approvato una delibera per la dichiarazione dello stato di emergenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × due =