sabato , 7 dicembre 2019
Home » Terza pagina » Cultura » Emergenze Mediterranee – Sottratta all’oblio la memoria orale della cultura popolare abruzzese.

Emergenze Mediterranee – Sottratta all’oblio la memoria orale della cultura popolare abruzzese.

Teramo, 20 settembre 2019 – “Canti di terra e di vento” recuperati attraverso un attento lavoro di ricerca condotto dall’etnomusicologo Carlo Di Silvestre insieme a giovani studenti, intervistando anziani abitanti ancora depositari della nostra antica tradizione popolare a rischio di oblio.

Un vasto patrimonio immateriale recuperato e reso accessibile alle nuove generazioni nelle pagine del libro “Canti di terra e di vento. La memoria come fondamento della comunità” con CD audio allegato, realizzato dalla Sezione Italiana dell’Istituto Internazionale del Teatro del Mediterraneo grazie al contributo del Consiglio regionale Abruzzo.

Il libro sarà presentato domenica 22 settembre, alle ore 18.00 nella Villa Capuani Celommi di Torricella Sicura dal curatore, l’etnomusicologo Carlo Di Silvestre, e dal presidente dell’IITM Leandro Di Donato.

A seguire il concerto del gruppo popolare Cantastorie a quattro corde. Uomini, donne, eroi e santi saranno i protagonisti di ballate cruenti, sacre leggende moraleggianti e storie di cronaca nera appartenenti al patrimonio tradizionale dell’oralità abruzzese e frutto di scambi e contaminazioni provenienti dal Mediterraneo e dal Nord Europa. Sul palco Graziella Guardiani (canto, flauti), Carlo Di Silvestre (chitarre, colascione), Giovanni Ciaffarini (violino) e Tommaso Paolone (contrabbasso).

L’evento, ad ingresso libero, è realizzato nell’ambito della rassegna Emergenze Mediterranee grazie al sostegno della Fondazione Tercas e del Comune di Torricella Sicura, e si inserisce nell’iniziativa “Espressioni di Settembre” organizzata dall’amministrazione comunale.

Guarda anche

Fara Filiorum Petri, in Municipio la presentazione dell’ultimo libro di Massimo Pasqualone

Fara Filiorum Petri. Verrà presentato domenica 8 dicembre alle 18.30, presso il Municipio di Fara …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × quattro =