sabato , 14 dicembre 2019
Home » Polis » Aziende » TUA rimarrà a Chieti
il Sindaco di Chieti Umberto Di Primio e il Presidente della Società di Trasporto Unico Abruzzese, Gianfranco Giuliante.

TUA rimarrà a Chieti

Chieti – Le scelte strategiche della Società di Trasporto si intersecheranno con i progetti portati avanti dall’Amministrazione del Sindaco Di Primio nel campo della mobilità

Questa mattina il Sindaco Umberto Di Primio e il Presidente della Società di Trasporto Unico Abruzzese, Gianfranco Giuliante hanno illustrato alla Stampa le iniziative che TUA compierà sul territorio dopo la dismissione dell’attuale sede a causa di motivi tecnico-strutturali.

A seguito del bando emanato dalla Società di Trasporto per individuare un locale a Chieti che possa ospitare la sede della Società dopo la dismissione dei locali ove attualmente opera, il presidente Giuliante ha annunciato che sono pervenute due manifestazioni d’interesse nella zona di Chieti Scalo. Nei prossimi giorni verranno analizzate le proposte tecnico-economiche.

“Si smentisce in maniera chiara che la Società TUA volesse lasciare Chieti” ha detto il Presidente Giuliante.

«Ciò che la Società di Trasporto Pubblico attuerà in Città – hanno spiegato il Sindaco Di Primio e lo stesso Presidente Giuliante – andrà ad intersecarsi con un progetto più ampio portato avanti dall’amministrazione comunale ovvero la ridefinizione del sistema della mobilità, la progettazione della funivia in fase di approvazione e in grado di collegare la parte bassa della città e il terminal di via Gran Sasso, il rifacimento dello stesso Terminal Bus a carico di Tua, il rifacimento della nuova Scala Mobile e l’ascensore di Largo Barbella».

“Stiamo costruendo un sistema integrato del sistema pubblico che darà alla nostra città una immagine positiva e proiettata verso il futuro” ha commentato il Sindaco Di Primio.

Guarda anche

Deco Spa e il suo terzo report di sostenibilita’: i numeri vincenti dell’azienda che compie trenta anni

Pescara - Circa 50 milioni di euro di ricchezza prodotta nel 2108 di cui oltre 17 milioni a fornitori che, in gran numero, sono abruzzesi; 140 mila euro a sostegno di iniziative solidali, culturali e sportive in Abruzzo; riduzione del consumo energia di circa 1.600 MWh nell’ultimo quadriennio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

19 + 15 =