venerdì , 22 marzo 2019
Home » Passioni » People » A Spoltore col nuovo anno arriva la carta d’identità elettronica

A Spoltore col nuovo anno arriva la carta d’identità elettronica

Spoltore – Il 2019 ha portato a Spoltore la nuova carta d’identità elettronica: il Comune è stato abilitato il 2 gennaio, ovvero l’ultima data disponibile. “Questo ritardo” spiega il sindaco Luciano Di Lorito “ha dato modo ai cittadini di conoscere meglio la novità, alla quale in ogni caso dovranno abituarsi: anche nelle ultime settimane dell’anno capitava di incontrare allo sportello cittadini che chiedevano esplicitamente una carta d’identità “tradizionale””. Chi possiede ancora il documento cartaceo in corso di validità può continuare ad utilizzarlo fino alla sua scadenza naturale: non c’è dunque nessun obbligo di sostituirle. Il rilascio della carta d’identità elettronica, a differenza di quella cartacea, non è immediato: richiede infatti circa 6 giorni lavorativi, perché viene stampata dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato. Il cittadino può riceverlo in Comune o direttamente a casa.

“I tempi di elaborazione della pratica sono leggermente più lunghi” spiega la responsabile Sabrina Di Pietro “per questo è possibile prenotare un appuntamento attraverso il sito https://agendacie.interno.gov.it/ o direttamente allo sportello dell’anagrafe in Comune, in modo da agevolare il lavoro. I cittadini La prenotazione precedenza sui cittadini”.

Il costo della carta d’identità elettronica è 23 euro (28 euro se si tratta di un duplicato). Il cittadino che la vuole richiedere deve presentare la carta d’identità precedente, la tessera sanitaria e una foto tessera scattata negli ultimi 6 mesi (senza occhiali e su sfondo bianco). Come per quella tradizionale, viene registrata la volontà a donare organi e tessuti: la novità è il rilevamento delle impronte digitali.

La carta d’identità cartacea, tuttavia, non andrà completamente in pensione: resta infatti prevista per una serie di casi individuati dal Ministero dell’Interno, legati a motivi di salute, di viaggio, di consultazione elettorale o di partecipazione a concorsi e gare pubbliche. Anche per i cittadini italiani residenti all’estero, iscritti all’A.I.R.E., il Comune rilascerà ancora la carta d’identità tradizionale: per i residenti all’estero, infatti, spetta all’autorità consolare competente rilasciare la carta d’identità elettronica.

Spoltore, 4 gennaio 2019

Guarda anche

Teramo, piano di abbattimento delle barriere architettoniche: Carrozzine Determinate ‘la politica ha ascoltato l’associazione’

Teramo - Altra importante vittoria messa a segno dall’associazione Carrozzine Determinate. “Passeggiata empatica, progetti di sensibilizzazione, costante monitoraggio dell’attività politica in materia di disabilità conducono alla realizzazione delle buone prassi“ così il vice presidente Mauro Pettinaro, voce dell’associazione Carrozzine Determinate nella provincia di Teramo.È di questi giorni infatti la notizia di un nuovo impulso al piano di abbattimento delle barriere architettoniche da parte dell’amministrazione del Comune di Teramo. Il sindaco Gianguido D’Alberto con la sua giunta ha riattivato il P.E.B.A. consentendo alla città di realizzare la mappatura e il conseguente auspicato abbattimento delle barriere architettoniche presenti nel territorio secondo quanto sancito da una legge del 1986 di gran lunga disattesa dalle amministrazioni comunali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tredici − tre =