lunedì , 21 gennaio 2019
Home » Focus » News » A zonzo con Tommaso da Celano nell’Abruzzo medievale di Elsa Flacco 

A zonzo con Tommaso da Celano nell’Abruzzo medievale di Elsa Flacco 

Popoli – L’Abruzzo e la sua magia medievale, la storia che si intreccia all’immaginazione e le figure di Tommaso da Celano e San Francesco d’Assisi. Sono questi i principali elementi che animano il romanzo storico della scrittrice abruzzese Elsa Flacco Per Francesco, che illumina la notte, presentato al teatro comunale di Popoli nell’ambito della manifestazione “Il teatro della città – Festival per la riapertura del Teatro Comunale”, con la direzione artistica di Claudio Di Scanno. 

Lo stile narrativo originale e una chiave di lettura spesso introspettiva dei personaggi, in particolare di Tommaso da Celano, che fu non solo un fidato compagno ma anche il biografo di San Francesco, caratterizzano il romanzo storico di Elsa Flacco.

La penna della scrittrice originaria di Guardiagrele è riuscita a trasformare l’occhio e le gesta di Tommaso da Celano e degli altri personaggi del romanzo in una vera e propria linea guida per il lettore, che viene condotto all’interno di un labirinto di immagini, in un affresco di sensazioni sempre mutevoli, che lo portano a ripercorrere le prime vicende dell’ordine francescano, tra dissidi, intrighi e passioni, tra papi e imperatori, nobildonne e frati ribelli, tra eremi, boschi, palazzi e conventi.

Proprio il tema della scrittura e l’idea di intenderla in un modo del tutto originale nel mio romanzo storico, al di fuori dei canoni standard della narrazione – ha detto Elsa Flacco nel corso della presentazione del libro a Popoli – rappresentano il contesto nel quale ho fatto rivivere i due protagonisti, Tommaso da Celano e San Francesco d’Assisi i quali, ciascuno a suo modo, sono loro stessi scrittori. Nelle pagine del romanzo– ha proseguito la scrittrice – ho voluto anche tratteggiare una figura importante, una figura femminile, la cui impronta diventa sempre più marcata nel corso delle pagine: Jacopa dei Settesoli, nobildonna romana vedova, insieme a Chiara d’Assisi la donna più vicina a Francesco”.

Claudio Di Scanno, il direttore artistico del festival “Il Teatro della Città”, ha sottolineato i colpi di scena che offre al lettore il romanzo di Elsa Flacco: “E’ stato un incontro meraviglioso – ha detto Di Scanno – perché l’opera di Elsa Flacco è una sorpresa letteraria continua che acuisce la grande curiosità per il lettore, una sapiente ed originale formula che accenna ma non svela e soprattutto dà una visione completa su alcuni temi forti ed importanti”.

“La presentazione del suo romanzo ‘Per Francesco che illumina la notte’ – ha dichiarato Alfredo La Capruccia, vicesindaco di Popoli – è stata emozionante per la bravura della scrittrice e resa magica dalla lettura di alcune pagine da parte di Susanna Costaglione. Tutto ciò che si fa a teatro è cultura e la cultura ci rende liberi e senza paura. Ringrazio Claudio Di Scanno per aver inserito Elsa Flacco negli eventi e Alessandra Renzetti per la bellissima presentazione”. 

Guarda anche

Riqualificazione di via Roma, assegnati i lavori

L’intervento inizierà appena le condizioni meteo lo permetteranno  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × 1 =