domenica , 22 settembre 2019
Home » Culture » Cultura » Torna sulle scene a Molfetta “Di fuoco e di vento. Eleonora Duse, l’Imaginifica” l’appassionato monologo di Daniela Musini

Torna sulle scene a Molfetta “Di fuoco e di vento. Eleonora Duse, l’Imaginifica” l’appassionato monologo di Daniela Musini

Molfetta – Sabato 9 Marzo alle 20,30 alla Cittadella degli Artisti di Molfetta torna in scena l’attrice, scrittrice e pianista Daniela Musini con l’appassionato e intenso monologo teatrale da lei scritto, diretto e interpretato, “Di fuoco e di vento. Eleonora Duse, l’Imaginifica”.

Lo spettacolo, molto atteso dal pubblico molfettese, si avvale del Patrocinio della Fondazione il Vittoriale degli Italiani ed è promosso dall’Assessorato alla Cultura della cittadina pugliese, nell’ambito della Rassegna culturale “Rosso Porpora”

Il monologo, ambientato nella Suite 524 dello Schneley Hotel di Pittsburgh, dove la Divina Duse morì il 21 Aprile 1924, si presenta come una sorta di memoriale della propria vita, che Eleonora consegna ad un’invisibile amica di nome Madeleine, personaggio fittizio nel cui nome si riverberano echi proustiani, in quanto depositaria di memorie e di ricordi.

Mediante suggestioni poetiche e flashback, slittamenti temporali e sapienti giochi di luce, sulla scena irrompono, evocati dal racconto appassionato, veemente ed emozionante della Duse, i personaggi che più di tutti hanno punteggiato la sua carriera e la sua vita: Arrigo Boito, il grande librettista di Verdi e suo grande amore, Sarah Bernhardt, sua sfolgorante rivale, Lina Poletti, scrittrice, femminista e sua trasgressiva passione e, soprattutto, Gabriele d’Annunzio, con il quale visse un sodalizio artistico magico e vitalissimo e una relazione innervata di desideri imperiosi e di crudeli disillusioni.

Daniela Musini, che ha interpretato la figura della grande Tragica in tutto il mondo (ed insignita di un prestigioso riconoscimento a Pittsburgh, negli States) sottolinea: «Sono felice di tornare a Molfetta e spero di bissare il successo arrisomi in questa città lo scorso anno nelle vesti della Callas. Stavolta mi presento al pubblico con un’altra figura di donna e di artista straordinaria che ha sperimentato sulla propria pelle gioie accecanti e sofferenze d’amore, successi incomparabili e passioni proibite e spero di saper rendere sul palco la complessa e multanime figura della Duse e di colpire al cuore gli spettatori .»

A Molfetta la Musini si avvarrà della voce fuori campo dell’attore pescarese Giuseppe Pomponio, della costumeria teatrale “La Divina” e di Black Service Audio-Luci di Dario Marcheggiani.

(ingresso gratuito  con prenotazione obbligatoria al n. 0803387082).

Guarda anche

Matteo Fato a Pereto e Roma per la galleria Monitor

Pereto. Matteo Fato, artista pescarese ormai conosciuto in tutto il mondo, inaugura con una personale, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × 2 =