martedì , 25 giugno 2019
Home » Passioni » People » Associazioni » BurracoAil, padre e figlia di Pineto vincono la quarta edizione del torneo dedicato alla solidarietà

BurracoAil, padre e figlia di Pineto vincono la quarta edizione del torneo dedicato alla solidarietà

Montesilvano

Hanno fatto coppia nel gioco e nella solidarietà, Sergio Mazzocchitti, agente di commercio 51enne di Pineto (Teramo) e la figlia Marina, studentessa di 24 anni, vincitori della quarta edizione del “BurracoAil”, il torneo organizzato dalla sezione interprovinciale Pescara-Teramo dell’Associazione italiana contro le leucemie, il linfoma e il mieloma, all’hotel Sole di Montesilvano (Pescara).  In un salone affollato da circa 150 giocatori, il presidente della onlus Domenico Cappuccilli e Katia Tini, coordinatrice dei volontari della onlus e organizzatrice dell’iniziativa, hanno premiato padre e figlia  con un cesto colmo di prodotti alimentari abruzzesi. Assegnati molti altri premi ai primi classificati delle diverse categorie. “Partecipiamo ogni anno per sostenere l’Ail perché crediamo nella serietà dell’associazione e nelle attività che svolge a favore della ricerca scientifica e per migliorare la qualità della vita dei pazienti- hanno detto padre e figlia, contenti per la vittoria – Gli altri siamo noi e non si può vivere nell’indifferenza poiché anche un piccolo contributo può servire a donare speranza”. “Esprimo gratitudine a tutti coloro che hanno partecipato all’iniziativa e agli sponsor – ha  sottolineato Cappuccilli –  La nostra associazione vive ed opera grazie al contributo dei sostenitori e all’impegno dei nostri volontari. Il burraco è un gioco di socializzazione e, grazie a questi tornei, riusciamo ad a unire il divertimento a uno scopo sociale. Tra poco – ha concluso  il presidente – torneremo nelle piazze con  la campagna di solidarietà delle uova di Pasqua, che si svolgerà il 5, 6 e 7 aprile”. 

Guarda anche

Premio d’Annunzio del Rotary club di Pescara agli studenti della Scuola carceraria dell’Aterno Manthoné

Pescara - Gli studenti della classe quinta della scuola carceraria dell’Aterno Manthoné, indirizzo Sistemi informativi aziendali – Percorso di secondo livello di Educazione per gli adulti, hanno vinto il premio D’Annunzio istituito quest’anno dal Rotary club di Pescara, presieduto da Antonio Pucarelli. La cerimonia di consegna si è tenuta stamattina, sabato 18 maggio, nella Sala dei Marmi della Provincia di Pescara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici + sedici =