sabato , 16 Gennaio 2021

Maltempo: in Abruzzo innalzamento di alcuni corsi d’acqua, domani allerta giallo

Tenuto conto delle previsioni per le prossime ore che vedono un’attenuazione delle precipitazioni, il Centro Funzionale ha provveduto ad emettere per la giornata di domani, mercoledì 15 maggio, un’allerta gialla per rischio idraulico diffuso per le zone costiere e Alto Sangro, in particolare per le Province di Teramo, Pescara e Chieti, e sulle restanti zone della regione, in particolare sui Bacini dell’Aterno e Marsica, prevista allerta gialla per rischio idrogeologico per temporali.

Si prevedono precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulle zone interne e montuose, con quantitativi cumulati da deboli a moderati e precipitazioni da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o breve temporale, sul resto dell’Abruzzo con quantitativi cumulati deboli. Previste, inoltre, nevicate al di sopra degli 800-1000 m sulle zone appenniniche, con apporti al suolo da deboli a moderati. Si ricorda, inoltre, che è ancora in corso, per tutta la giornata odierna l’Avviso di condizioni meteo avverse emesso, nella giornata di ieri, dal Dipartimento di Protezione Civile, con previsione di precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale, venti forti con raffiche, locali grandinate e possibili mareggiate lungo le coste esposte.

La Sala Operativa ed il Centro Funzionale d’Abruzzo seguiranno l’evoluzione dei fenomeni attraverso il sistema del volontariato di protezione civile, la rete radar meteo e la rete regionale in telemisura. Ai Comuni è stato raccomandato di predisporre e attuare tutte le misure previste dai piani di emergenza e di vigilare il territorio con particolare riferimento alla corretta tenuta dei reticoli idrografici e del funzionamento dei sistemi di raccolta e smaltimento delle acque meteoriche, invitando i Sindaci a monitorare le zone in cui sono presenti movimenti franosi. Le norme comportamentali e di autoprotezione per i cittadini sono consultabili sul sito web allarmeteo.regione.abruzzo.it alla sezione Allerte e segnalazioni.

Guarda anche

Maltempo, il governo nega il riconoscimento dello stato di emergenza per la grandinata di luglio scorso

Pescara - Il Dipartimento di Protezione Civile ha notificato alla Regione Abruzzo il diniego al riconoscimento dello Stato di emergenza, e quindi di contributi statali, per i danni provocati dalla eccezionale grandinata del 10 luglio scorso. Secondo la Protezione Civile, nonostante i plurimi sopralluoghi effettuati nei comuni maggiormente colpiti, i danni riscontrati possono e devono essere affrontati con le ordinarie risorse degli Enti locali interessati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × uno =