domenica , 19 gennaio 2020
Home » Polis » Città » Ponte Adriatico, quasi pronto

Ponte Adriatico, quasi pronto

Le antenne sono lunghe 38 metri lato mare mentre le altre più corte sono di 36 metri, il peso è di 780 quintali l‘una, sono in acciaio riempite in calcestruzzo all’interno della base fino a 16 metri, la parte superiore invece è vuota. Gli stralli sono 40, 10 per ogni antenna, con un numero di trefoli (elementi costruttivo delle corde, costituito da un insieme di fili elementari fra loro ritorti) contenuti in ogni stralle variabile da 37 a sud a più di 19 in prossimità delle antenne stesse, per poi passare a 30 e 25 stralli nelle posizioni centrali. Le antenne sostengono il ponte che ha 40 stralli e quattro appoggi in corrispondenza delle pile due isolatori sisismici dinrilanze dimencisione che servono ad ammortizzare il sisma. Il costo del ponte è di 5 milioni 800mila, le strutture metalliche incidono per 2milioni e 700mila. Questo era un finanziamento del Cipe 2006 il cui ente erogatore è la Regione, l’ente attuatore la Provincia e i soggeti fruitori i Comuni di Montesilvano e Città Sant’Angelo. Attraversa il fiume in obbliquo, le opere in cemento armato risalgono al 2016, le opere in carpenteria metallica a giugno 2018, le antenne sono state trasportate sul luogo nel mese di novembre 2018. Il progetto con lo studio dei lavori è stato realizzato dall’ingegnere Luigino Dezi, docente dell’università di Ancona, inizialmente in Ati con l’impresa Di Prospero, mentre il direttore dei lavori è l’ingegnere Mario Traversini della Cooprogetti.

“In questi anni fin dal mio impegno come consigliere comunale nell’amministrazione di centrodestra del 2007- dice il sindaco De Martinis – ho seguito la realizzazione dei ponti sul fiume Saline e dopo l’inaugurazione dei due precedenti ponti Sant’Angelo e San Michele, finalmente daremo alla città il ponte Adriatico, il più grande e quello che si attendeva e anche il più atteso per la complessità dell’opera. I lavori sono stati fermi a lungo per ragioni strutturali, con l’adeguamento della struttura a nuove normative sulla sicurezza e per ragioni logistiche, ma a brevissimo entro la fine dell’anno, la città di Montesilvano e quelle limitrofe potranno godere di un’opera determinante per la viabilità. Il ponte è diverso dai precedenti perché ha delle travi in acciaio che lo sospendono e presenta percorsi carrabili e ciclopedonali. Ringrazio il presidente Zaffiri per l’impegno nella realizzazione dei lavori”.

Soddisfatto il presidente della Provincia Zaffiri: “L’opera, che inaugureremo a breve, servirà a decongestionare il traffico – spiega – in un’area fondamentale del territorio provinciale, offrendo benefici ai comuni di Montesilvano e Città Sant’Angelo, in particolare verso il casello dell’A14. Inoltre aiuterà la mobilità verso la provincia di Teramo, in particolare Silvi e Roseto grazie anche alla pista ciclabile prevista fino al capoluogo teramano. L’ultimazione dei lavori sul ponte Adriatico è una prorità fin dal mio insediamento alla Provincia di Pescara e grazie anche all’ultimo finanziamento stanziato a luglio dalla Regione Abruzzo, di ulteriori 3 milioni e 200mila euro, il ponte verrà inaugurato entro la fine dell’anno”.

 

Guarda anche

Sicurezza a Spoltore: Sborgia “unici problemi sulle strade provinciali”

Spoltore – “Gli unici problemi di sicurezza stradale rimasti sul territorio di Spoltore sono sulle …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 + 7 =