domenica , 15 dicembre 2019
Home » Focus » Ambiente » 95 alunni delle scuole di Navelli, Capestrano e Ofena a Colle Frivello per difendere madre natura

95 alunni delle scuole di Navelli, Capestrano e Ofena a Colle Frivello per difendere madre natura

Capestrano ( – Una mattinata immersi nella natura per 95 bambini delle scuole di Capestrano, Ofena e Navelli. In occasione della giornata nazionale dell’albero, giovedì 21 novembre, gli alunni sono stati accolti dall’associazione Il Bosco del Guerriero, nell’ampissima area in zona Colle Frivello, lì dove per volere del presidente Piero Pantalone, socio dell’azienda Pantalone srl, sorgerà l’Agricampeggio Capestrano, un agricamping innovativo e unico nel suo genere.

Come accaduto con le famiglie che lo scorso 6 ottobre hanno partecipato alla giornata di presentazione dell’associazione, nata con l’obiettivo di far riscoprire l’importanza di preservare la Biodiversità e l’Ecosostenibilità e l’amore verso il territorio, gli scolari sono stati impegnati in diverse attività ecologiche alla riscoperta del contatto con la natura.
Le classi presenti hanno adottato ciascuna un albero di nocciolo o quercia, micorizzati al tartufo. La mattinata è stata inserita all’interno del PON 2014-2020 per la scuola – competenze e ambienti per l’apprendimento. Hanno partecipato le insegnanti e gli alunni della scuola primaria di Navelli e della scuola dell’infanzia, della scuola primaria, della secondaria di primo grado del plesso di Capestrano. Un ringraziamento va ai sindaci del Comune di Navelli, Capestrano e Ofena per aver messo a disposizione i pulmini, a Davide Fontecchio, vice sindaco di Capestrano e alla dirigente scolastica, prof Alessandra De Cecchis dell’ I. C. di Navelli.

A tutti i bambini è stato consegnato, oltre a un attestato, anche lo “zaino avventura”, sul quale è scritto “Noi difendiamo Madre Natura”.
«L’idea – sottolinea Piero Pantalone – è stata quella di parlare direttamente ai “piccoli guerrieri del futuro”, sensibilizzare le nuove generazioni che sono le uniche che davvero possono fare qualcosa di concreto per tutelare il nostro pianeta. La giornata di giovedì è un altro passo avanti in quel percorso verso l’ecosostenibilità che ci porterà in primavera all’inaugurazione del progetto dell’agricampeggio in cui l’accoglienza turistica si fonderà con il rispetto per la natura e il mondo dell’agricoltura. Nell’area infatti sorgeranno anche orti sinergici e condivisi, per un ritorno alla terra».
L’imprenditore amante della natura questa mattina è stato ospite, inoltre, dell’Istituto Dottrina Cristiana di Sulmona dove ha consegnato agli studenti 250 borracce, ormai simbolo della lotta plastic free, a marchio “Agricampeggio Capestrano”. Hanno curato l’evento insieme a tutto il consiglio d’istituto della scuola: la madre superiora Suor Alessandra e la dirigente scolastica Suor Tiziana.
«Sono molto fiero –ha concluso Pantalone- di aver contribuito a sensibilizzare, attraverso la consegna agli alunni di Sulmona delle nostre borracce, le nuove generazioni al rispetto e alla tutela dell’ambiente».

Guarda anche

Parco Nazionale della Majella, al via il progetto europeo Life ArcProm per la convivenza con l’orso bruno

Si è tenuta in questi giorni a Salonicco la prima riunione che ha dato ufficialmente …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici − undici =