lunedì , 25 maggio 2020
Home » Polis » Città » A Città Sant’Angelo oltre 100mila euro dal Governo, il PD locale: “auspichiamo una serie di interventi mirati”

A Città Sant’Angelo oltre 100mila euro dal Governo, il PD locale: “auspichiamo una serie di interventi mirati”

Città Sant’Angelo – Il comune risulta assegnatario di  114.951,59 euro, somma che rientra nei 400 milioni di euro stanziati dal Governo Conte che verranno destinati direttamente ai comuni come misura urgente di solidarietà alimentare per tutti coloro che ne hanno bisogno.

“Auspichiamo una razionalizzazione ed un utilizzo adeguato di questi fondi – dichiara Lisa Vadini – Segretario Partito Democratico Città Sant’Angelo –  al fine di aiutare coloro che ne hanno più bisogno. Sappiamo che questo è solo un piccolo passo verso le difficoltà che le persone stanno vivendo in questo periodo estremamente complesso. Ma nessuno deve rimanere da solo, ed è questo l’obbiettivo verso cui deve tendere, unitariamente, l’azione amministrativa, di maggioranza e di opposizione”.

Proprio l’interesse primario della salute e delle esigenze primarie dei cittadini ha spinto il Gruppo Consiliare del Partito Democratico di Città Sant’Angelo a proporre, già lo scorso 20 marzo, la predisposizione del supporto psicologico per aiutare coloro che ne avessero sentito la necessità.

“La socializzazione che è venuta meno, il crescente stato d’ansia, accanto al diffuso senso di sfiducia e impotenza, necessitano di misure più incisive di sostegno alla comunità, soprattutto alle categorie più deboli – dichiara Catia Ciavattella, consigliere del gruppo Insieme per Città Sant’Angelo – PD e prosegue  – è auspicabile un’implementazione del supporto in essere, in modo da renderlo sempre più inclusivo, ad esempio con un canale dedicato alle comunicazioni di contenimento del disagio, proposte di intrattenimento, incontri informativi in remoto o semplici comunicazioni video di esperti con consigli utili per combattere le conseguenze emotive di questa pandemia. Spero che presto si possa iniziare a discutere di ripartenza, allora Città Sant’Angelo sarà chiamata a fare scelte importanti per il suo futuro nelle quali ci auguriamo di poter essere attori; è per questo che sin dall’inizio di questa battaglia avevamo offerto  il nostro contributo e inviato le nostre proposte. Speriamo, quindi, che si apra un confronto politico, con una riunione di Consiglio da remoto, come hanno già fatto altri comuni, per iniziare a valutare le misure più stringenti e  mirate, anche in ordine alla sospensione dei tributi locali, potrà essere anche l’occasione per discutere sulle modalità di distribuzione delle risorse messe a disposizione”.
“E’ di estrema importanza che i fondi stanziati siano davvero usati per famiglie in forte in difficoltà, per fare questo è necessario stabilire delle procedure di assegnazione snelle ma realistiche, per evitare lo sciacallaggio di chi, purtroppo, approfitta di queste situazioni anche senza averene reale bisogno”, questa è la preoccupazione di Mauro Patrizi, Consigliere di gruppo Insieme per Città Sant’Angelo – PD.

“All’inizio della consigliatura noi rinunciammo al gettone di presenza affinchè fosse devoluto in beneficenza, in una situazione così grave – aggiungono Antonio Melchiorre e Patrizia Longoverde del gruppo Insieme per Città Sant’Angelo – PD – eventualmente i fondi stanziati dal governo fossero ritenuti insufficienti per il tessuto sociale angolano, potrebbero essere stanziate altre somme derivanti dal bilancio comunale, ad esempio sarebbe un bel gesto da parte della giunta Perazzetti rinunciare a qualche mensilità delle loro indennità da destinare direttamenre al fondo già stanziato, sarebbe stato auspicabile che lo avessero fatto ancora prima di lanciare la raccolta fondi del Banco Alimentare”.

“In questo momento, in cui l’esigenza primaria è salvare le vite delle persone, non bisogna comunque perdere di vista i piani per il futuro, conclude Lisa Vadini – Segretario PD Città Sant’Angelo- Per questo è necessario, già da ora, iniziare ad adottare delle misure specifiche anche di sostegno all’economia: ad esempio, la sospensione del tributo locale per la concessione del suolo pubblico per tutte le attività commerciali del territorio, per la prossima stagione estiva”

Guarda anche

Deiezioni canine, a Pescara riparte “La città ha bisogno di decoro”

Pescara – Con il graduale riprendere delle attività nella “Fase 2” riprendono i controlli previsti dall’amministrazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattordici + 6 =