giovedì , 24 Settembre 2020
Alice Fabbiani

Da Sinistra italiana di Città Sant’Angelo proposte per la Comunità Angolana

Città Sant’Angelo – «La sezione di Città Sant’Angelo “Fernando Fabbiani” di Sinistra italiana si stringe al dolore dei propri concittadini in questi giorni difficili. Sentiamo la necessità come partito politico di esprimere la nostra solidarietà ai cittadini, alle forze dell’ordine, alla protezione civile, ai volontari, a tutto il personale delle strutture sanitarie, medici, infermieri e alla croce rossa. Vogliamo altresì esprimere la nostra solidarietà agli amministratori, sindaci, assessori, consiglieri di maggioranza e opposizione, non è il tempo delle polemiche ma il tempo di agire insieme e per questo abbiamo elaborato alcune proposte per la nostra comunità» Lo annunciano in una nota stampa Davide Raggiunti, Segretario cittadino della Sezione “F. Fabbiani” Sinistra italiana Città Sant’Angelo e Alice Fabbiani  componente del direttivo.

I dirigenti SI ricordano come sul sito Solidarietà digitale, la piattaforma Municipium abbia messo a disposizione il proprio servizio gratuitamente per i comuni e per i cittadini, consiste in una applicazione per telefonini che i cittadini possono scaricare per ricevere informazioni utili senza dipendere da  servizi di messaggistica. Propongono inoltre, un taglio temporaneo delle indennità di assessori, sindaco e vice sindaco attivando un fondo per aiutare i nostri concittadini in difficoltà. Sinistra Italiana chiede anche di individuare tutte quelle famiglie che hanno figli ma che non hanno computer o tablet e affrontare il problema del digital divide ed avviare una raccolta fondi per l’acquisto di pc e tablet. Infine invita l’Amministrazione comunale a procurarsi e distribuire mascherine idonee ai cittadini con patologie per dargli maggiore protezione.

«Restiamo a disposizione dei cittadini e degli amministratori  locali.  –concludono gli esponenti di SI – #AndràTuttoBene»

Guarda anche

Pescara, Blasioli (PD) lancia l’allarme sulla sicurezza di via Chienti

“Terreno incolto con recinzione a rischio per i passanti e un edificio dove si rifugiano …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × 1 =