martedì , 25 giugno 2019
Home » Polis » Economia » Stop rincari autostrade, la Cna-Fita: è una buona base per chiudere la trattativa

Stop rincari autostrade, la Cna-Fita: è una buona base per chiudere la trattativa

“Un passo in avanti, per cercare di chiudere entro la fine di febbraio un accordo che salvaguardi i diritti degli utenti”. Lo dice il presidente regionale di Cna Fita Abruzzo, Gianluca Carota, commentando la decisione della società concessionaria delle autostrade A24 e A25, Strada dei parchi SpA, di sterilizzare fino al 28 febbraio prossimo gli annunciati aumenti lungo le due tratte. Gli autotrasportatori della Cna, in prima fila in questi mesi – assieme ai sindaci di Abruzzo e Lazio – nella battaglia contro i rincari “sollecitano a questo punto i tre soggetti coinvolti, cioè gestore, ministero delle Infrastrutture e Anas, a trovare un’intesa che faccia salvo il diritto degli utenti, imprese di trasporto e cittadini, a non dover subire continui rincari, con pesanti ricadute sui proprio bilanci, familiari o aziendali”.

Guarda anche

Pescara, problemi strutturali del Porto: Mascia “Verso la soluzione, bisogna pensare a ripristinare i collegamenti con la Croazia”

Pescara - “Il passo avanti fatto nell’ammodernamento del porto di Pescara deve essere il punto di partenza per ripensare l’intero sistema economico che ruota intorno ai collegamenti non solo commerciali, ma soprattutto turistici. Una cultura dell’incoming sulla quale la nostra città non ha, negli ultimi anni, fatto grandi progressi, anzi...”. Lo dichiara Luigi Albore Mascia, primo eletto in Consiglio comunale nella lista di Forza Italia,  che coglie l’occasione per rilanciare il tema dei collegamenti con l’altra sponda dell’Adriatico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti − dodici =