venerdì , 22 febbraio 2019
Home » Focus » Cronaca » Furbetti in via Vestina: modifica la dinamica dell’incidente, scoperto dai vigili viene sanzionato pesantemente

Furbetti in via Vestina: modifica la dinamica dell’incidente, scoperto dai vigili viene sanzionato pesantemente

Montesilvano – Prima ha causato un incidente, poi ha cercato di modificarne la dinamica. E’ quanto accaduto alcuni giorni fa a Montesilvano, quando un uomo, classe 1960, residente a Picciano, nel tentativo di fare un sorpasso lungo via Vestina in prossimità dell’incrocio con via Salieri, si è scontrato con un’automobile che era impegnata in una inversione di marcia. Dopo aver chiamato i vigili, l’uomo ha cominciato a modificare lo stato dei luoghi dell’incidente, spostando la sua auto e persino alcuni vetri che si erano rotti nell’impatto. All’arrivo dei vigili l’uomo ha anche fatto richiedere l’intervento dei sanitari del 118.

«I nostri vigili con grande attenzione –  afferma l’assessore alla polizia locale Valter Cozzi –  hanno notato alcune discrepanze nella dinamica ricostruita dall’uomo. Hanno pensato quindi di acquisire i filmati registrati dalle telecamere  di video sorveglianza del posto attraverso cui hanno ricostruito la effettiva dinamica dell’incidente e accertato tutti i movimenti fatti dall’automobilista sia per modificare la posizione della sua macchina che addirittura dei vetri rotti». Per l’uomo è scattata quindi una duplice sanzione, sia per aver effettuato un sorpasso in prossimità di un incrocio che per avere modificato lo stato dei luoghi dell’incidente.

«In questo caso la presenza delle videocamere di sorveglianza  –  dice ancora Cozzi –  è stata particolarmente utile. Ovviamente rivolgo un plauso a i nostri vigili che hanno voluto accertare fino in fondo quanto accaduto, mettendo in luce la malafede del conducente coinvolto nell’incidente che ha letteralmente inscenato tutt’altra dinamica».

 

Guarda anche

Controlli ambientali della guardia costiera di Giulianova: sequestrato un deposito incontrollato di rifiuti pericolosi

Giulianova - Continua l’attività di controllo del territorio condotta dalla Guardia Costiera di Giulianova, finalizzata a prevenire l’inquinamento marino dovuto ad illecite immissioni di elementi inquinanti nelle aste fluviali che insistono nel territorio teramano e che portano al mare: il personale del Nucleo di polizia ambientale del comando giuliese, infatti, congiuntamente a personale dell’ARTA Abruzzo-distretto di Teramo, ha eseguito il sequestro di un sito ove è stata accertata la presenza di un deposito incontrollato di rifiuti pericolosi, all’interno di uno stabilimento industriale operante nell’hinterland del Comune di Campli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 + quattro =