domenica , 22 settembre 2019
Home » Polis » Politica » Pianella: 2 consiglieri sfiduciati dalla maggioranza

Pianella: 2 consiglieri sfiduciati dalla maggioranza

Pianella – La seduta consiliare dedicata al bilancio si è aperta con un prologo che ha visto la maggioranza del gruppo “Progetto Futuro “, assumere provvedimenti rilevanti per il proprio assetto interno.

Difatti, si legge in una nota dell’Aministrazione «con una comunicazione indirizzata al presidente del consiglio comunale, 7 consiglieri di maggioranza hanno comunicato di voler sostituire il capogruppo, revocando l’incarico al consigliere Romeo Aramini ed affidandolo al consigliere Alessandro Minetti. Subito dopo il sindaco ha comunicato in aula di aver poco prima firmato il decreto di revoca delle deleghe assegnate 8 mesi fa ai consiglieri Aramini e Berardinucci».

” Tutti i componenti della nostra lista, compresi i non eletti non a caso presenti in aula durante i lavori – spiega il sindaco Sandro Marinelli- hanno unanimemente ritenuto compromesso il rapporto di lealtà e fiducia stretto solo 8 mesi fa tra i candidati stessi, ma soprattutto tra candidati ed elettori, con i consiglieri Aramini e Berardinucci. Con rammarico-aggiunge il primo cittadino- abbiamo dovuto prendere atto di un maldestro tentativo posto in essere dai due consiglieri, unitamente ad altro componente della minoranza, di provocare il commissariamento dell’ente mediante dimissioni dei consiglieri.  Tale comportamento assume risvolti di gravità assoluta, poiché effettuato senza alcuna ragione politica (mai la maggioranza ha deviato dai propri impegni programmatici o registrato divergenze al proprio interno su questioni amministrative) ed in palese contrasto con gli impegni assunti solo 8 mesi fa con la maggioranza assoluta dei cittadini pianellesi che, peraltro, ci rinnovano crescente fiducia ad ogni tornata elettorale.”

” Il senso di responsabilità e trasparenza – conclude il sindaco – ci impongono di rendere noti e stigmatizzare tali comportamenti, del tutto contrari al messaggio di cambiamento ed al progetto di profondo rinnovamento, delle persone e dei metodi della politica, che la cittadinanza in grande maggioranza ci ha affidato. Andremo avanti con maggiore determinazione e coesione nella realizzazione dell’ambizioso programma di costruzione della “città del buon vivere”, dimostrando come sempre con i fatti la nostra incompatibilità con vecchie abitudini e vecchi personaggi che tanto male hanno fatto al nostro territorio, con il rammarico di aver dato spazio e possibilità a chi, contrariamente a quanto promesso ai cittadini in campagna elettorale, evidentemente non condivide ne’ il nostro progetto politico, ne’ i nostri valori di riferimento.”

Guarda anche

Regione: dopo 180 giorni di governo Marsilio traccia il bilancio. I 5 stelle commentano “prima le poltrone”

Pescara -  "Saremo una Regione che deciderà. Non rimarremo fermi né marginali: l'Abruzzo ha la forza per crescere e tornare forte". Così il presidente della Giunta regionale, Marco Marsilio, aprendo questa mattina la conferenza stampa, a Pescara, sala Favetta del Museo delle Genti d'Abruzzo, in occasione della quale ha illustrato l'attività svolta dal suo governo nei primi 180 giorni. Presenti in sala gli stakeholder e i rappresentanti delle categorie datoriali e professionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici − 1 =