mercoledì , 22 maggio 2019
Home » Passioni » People » Associazioni » Campagna anti prostituzione, il sindaco di Montesilvano Maragno replica ad Arcigay Chieti

Campagna anti prostituzione, il sindaco di Montesilvano Maragno replica ad Arcigay Chieti

Montesilvano – ll sindaco di Montesilvano replica alle critiche di questa mattina sollevate dall’associazione Arcigay e Mazì nei confronti della  campagna di comunicazione contro la prostituzione, campagna presentata sabato scorso a margine di un progetto più ampio per contenere il fenomeno, “La parola “puttana” sottrae libertà alle donne, -avevano sottolineato Arcigay e Mazì–  è un insulto vigliacco perché non prevede la possibilità di risposta, è l’insulto principale che le donne si sentono dire quando subiscono violenza o quando l’intento dell’offesa è quello di annichilire ed annullare la vittima”. Arcigay aveva anche chiesto al comune di Montesilvano di rettificare lo slogan.

«Noi stiamo cercando di combattere la piaga della prostituzione con i pochi mezzi a nostra disposizione, visto che il fenomeno non è disciplinato in Italia e non è illegale». Ha affermato il sindaco di Montesilvano, Francesco Maragno, replicando alle dichiarazioni di L’Arcigay di Chieti e l’associazione Mazì Pescara. «Abbiamo organizzato un convegno di studi dal titolo “Contro la tratta delle donne”, sabato scorso, a cui sono intervenuti, oltre a rappresentanti delle forze dell’ordine, i componenti di una associazione, come la comunità Papa Giovanni XXIII, che stanno ogni notte sulla strada, al fianco delle ragazze obbligate a prostituirsi, per cercare di strapparle da quel turpe mercato. E nella sola Montesilvano ben 11 di loro hanno scelto, stavolta sì, autonomamente e con non pochi rischi per la propria vita e per quella dei loro familiari, di lasciare il “mestiere”.

Oggi ci indigniamo per delle parole e dei modi di dire entrati nella lingua italiana da tempo e non ci scandalizziamo per gli spettacoli indecorosi che accadono nelle strade delle nostre città. E soprattutto, c’è qualcuno che parla di sex-workers e di autodeterminazione, sapendo bene che, invece, le ragazze sono stuprate, violentate e sottomesse come schiave alle organizzazioni criminali. Se c’è qualcuno che ha idee migliori, ce le venga a proporre, ma soprattutto se ci sono altre persone, altre organizzazioni, altre associazioni che hanno intenzione di combattere, seriamente, questa piaga sociale che – quella sì – è un insulto e una violenza sulla pelle di tante giovani italiane e straniere, siamo pronti a vederli all’opera».

 

Campagna di comunicazione contro la prostituzione: Arcigay e Mazì “Il comune di Montesilvano utilizza insulti sessisti”

Guarda anche

Due giornate di raccolta alimentare dei Lions. Il 18 e il 19 maggio al supermercato Auchan del centro Universo di Silvi

Il Lions Club Roseto degli Abruzzi – Valle del Vomano presieduto da Nadja Ettorre e  il Lions Club Atri – Terre del Cerrano presieduto da Antonio Moscianese  Santori, organizzano due giornate di raccolta alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × 3 =