martedì , 25 giugno 2019
Home » Focus » Cronaca » Comandante di peschereccio sanzionato per abbandono di rifiuti nel porto di Giulianova

Comandante di peschereccio sanzionato per abbandono di rifiuti nel porto di Giulianova

Giulianova – Continua la linea dura della Guardia Costiera di Giulianova nei confronti di quanti non rispettino il porto e le sue regole: questa volta ad esser sanzionato è stato il Comandante di un peschereccio facente base abitualmente nel porto giuliese, colpevole di aver lasciato in abbandono lungo il muro paraonde – destinato al riparo di attrezzi da pesca – materiale ammalorato, in cattivo stato igienico e di conservazione e classificato in quanto tale, come rifiuto. Si trattava, di fatto, in numerose tavole di legno ammalorate, resti di porte danneggiate.

È servito pochissimo tempo ai militari del Comando giuliese per risalire al colpevole, identificarlo ed elevare a suo carico una sanzione di 600 euro per aver violato la normativa in materia ambientale, imponendogli il ritiro dello stesso materiale per il successivo smaltimento a proprio carico nelle forme previste per legge.

“Tolleranza zero – afferma Claudio Bernetti, Comandante della Guardia Costiera di Giulianova – per quanti non rispettano il porto, chi lo vive e quanti altri ci lavorano. Il decoro e il  rispetto delle regole sulla gestione e smaltimento dei rifiuti sono la base del vivere civile – continua il Comandante – e lo diventano ancor di più quando si parla di un’area ad elevata concentrazione cittadina, di turisti e di passanti, poiché rappresenta un biglietto da visita dell’intera città. I controlli continueranno con la stessa fermezza e verranno ulteriormente potenziati dall’ormai imminente entrata in funzione del nuovo sistema di telecamere, che ci permetterà di osservare in notturna a elevatissime distanza come fosse giorno”.

Guarda anche

“Veterinaria e Mafie”, sabato 15 giugno la presentazione del libro presso la Provincia di Pescara

Sabato 15 Giugno dalle 10,30 in poi, nella Sala Tinozzi della Provincia di Pescara, si terrà la presentazione di un libro importante, “Veterinaria e Mafie”, racconto di sette storie di minacce e violenze, realmente accadute e subite da Medici Veterinari, in aree “difficili” del nostro Belpaese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

11 − 8 =