martedì , 25 giugno 2019
Home » Passioni » People » Abruzzo scade bando per Garante dei Detenuti: Acerbo (PRC) “no a una nomina con logica spartitoria di maggioranza”

Abruzzo scade bando per Garante dei Detenuti: Acerbo (PRC) “no a una nomina con logica spartitoria di maggioranza”

Pescara – Scade oggi l’avviso per la presentazione delle candidature alla carica di Garante delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale della Regione Abruzzo a ricordarlo è l’ex consigliere regionale di Rifondazione Comunista Maurizio Acerbo che nella nota stampa ringrazia Francesco Lo Piccolo – giornalista e operatore nel mondo carcerario per averlo reso noto “visto che la Regione non ha diffuso la notizia in maniera adeguata” http://vocididentrojournal.blogspot.com/

“Come autore della legge – approvata con grande ritardo dopo una lunga battaglia – non posso che esprimere amarezza per il fatto che il Consiglio Regionale non sia stato capace di convergere nella passata legislatura regionale sulla nomina di Rita Bernardini proposta dallo scomparso Marco Pannella”. Afferma Acerbo per poi aggiungere “La mediocrità del ceto politico abruzzese – dal PD al centrodestra al M5S – ci ha privato del contributo di una delle maggiori esperte di problemi carcerari che ci sia nel nostro paese. In particolare demenziale che il M5S abbia negato il proprio voto favorevole perchè Rita era stata condannata per la disobbedienza civile contro il proibizionismo sulla cannabis. Ho sentito Rita oggi e mi ha detto che non intende ripresentare la domanda. Un’occasione persa per la nostra regione.
Spero che ora non si proceda a una nomina con logica spartitoria di maggioranza ma venga scelta una persona che nel carcere e con i detenuti abbia lavorato sul serio e che possa effettivamente svolgere il ruolo che la legge assegna al Garante.
Il grado di civiltà di un paese si giudica dalle sue galere, insegnava Voltaire”.
 

Guarda anche

Marsilio “al lavoro per un Abruzzo solidale e meno povero”

L'Aquila -  "Un Abruzzo più solidale e meno povero, è quello che vogliamo realizzare. La Regione si propone per dare vita a una cabina di regia che veda protagonista le organizzazioni di volontariato e gli enti del terzo settore e promuova una governance delle politiche sociali. E' una nostra priorità varare un piano anti-povertà regionale che metta insieme fondi regionali, ministeriali e comunitari, che si affianchi a quello nazionale, mirato sul diritto agli alimenti, alla casa ed al lavoro delle persone". Lo ha detto il Presidente della giunta regionale, Marco Marsilio intervenendo oggi al convegno organizzato, a L'Aquila, dalla direzione regionale Inps dal titolo "Il contrasto alla povertà in Abruzzo: Analisi, Sinergie, Progetti".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × 4 =