mercoledì , 8 luglio 2020
Home » Focus » Meteo » Maltempo: vento e danni lievi su gran parte della regione

Maltempo: vento e danni lievi su gran parte della regione

Lo rende noto la protezione e civile della Regione e Abruzzo. Durante la notte scorsa, diverse sono state le criticità verificatesi a causa dei venti forti nella provincia dell’Aquila, in particolare nei Comuni dell’Aquila, Castel Di Sangro, Avezzano e Sulmona, dove notevoli sono stati gli interventi effettuati dai Vigili Del Fuoco per la rimozione di alberi caduti al suolo e per la messa in sicurezza di tetti scoperchiati. Importante è stata l’azione di rimozione di alberi caduti lungo le strade di collegamento di Lanciano, ad opera del Comune e dei Vigili del Fuoco. La Sala Operativa regionale in concerto con i referenti di ENEL e dei Gestori dei Servizi Essenziali, ha coordinato gli interventi di ripristino delle line elettriche interrotte a causa del vento forte; gli interventi riguardano i Comuni di Fossacesia, Cagnano Amiterno, Avezzano e Civitella Roveto. Nelle località di Poggio Filippo e Camerata, nel Comune di Tagliacozzo, a causa del forte vento si è innescato un vasto incendio; due squadre di Volontari di Protezione Civile sono prontamente intervenute nella mattinata odierna per le operazioni di spegnimento e bonifica.

Nella mattinata, intorno alle ore 11,00, sugli impianti di sci di Campo Felice si è verificato un incidente con ferito lieve causato dalla smantellamento del tetto di una Baita. Il ferito è stato immediatamente trasportato di urgenza al primo posto di soccorso; l’intervento è stato seguito dalla Prefettura dell’Aquila, dal Comune di Lucoli e dalla Sala Operativa Regionale. Sono stati aperti i Centri Operativi Comunali nei Comuni di Avezzano e Magliano Dei Marsi con conseguente attivazione di squadre di volontari locali per supportare gli operatori negli interventi di ripristino della viabilità e dei servizi essenziali.

La Sala Operativa Regionale è in costante e continuo contatto con Sala Situazione Italia del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile, con le Prefetture e tutti gli enti preposti del sistema di Protezione Civile nel seguire l’evoluzione degli eventi meteo in atto e l’aggiornamento delle conseguenze al suolo.

Guarda anche

Maltempo, il governo nega il riconoscimento dello stato di emergenza per la grandinata di luglio scorso

Pescara - Il Dipartimento di Protezione Civile ha notificato alla Regione Abruzzo il diniego al riconoscimento dello Stato di emergenza, e quindi di contributi statali, per i danni provocati dalla eccezionale grandinata del 10 luglio scorso. Secondo la Protezione Civile, nonostante i plurimi sopralluoghi effettuati nei comuni maggiormente colpiti, i danni riscontrati possono e devono essere affrontati con le ordinarie risorse degli Enti locali interessati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × cinque =