domenica , 18 agosto 2019
Enrico Paolini
Home » Focus » News » Aeroporto d’Abruzzo: cancellato il collegamento aereo con Torino. Paolini “tradimento unilaterale”

Aeroporto d’Abruzzo: cancellato il collegamento aereo con Torino. Paolini “tradimento unilaterale”

La Saga pronta a chiedere i danni e la restituzione degli incentivi previsti, alla compagnia low cost Blue Air. Paolini “Troveremo una soluzione sostitutiva”

Pescara – All’indomani della cancellazione anticipata del collegamento aereo Pescara – Torino, è il Presidente della Saga Enrico Paolini ad intervenire sul taglio di un volo ritenuto di estrema importanza, per i numerosi passeggeri che da anni si recano a Torino per motivi di studio o di lavoro.

“Purtroppo la vicenda della compagnia aerea Blue Air su Torino è un vero tradimento unilaterale del contratto esistente con la Regione Abruzzo – ha sottolineato il Presidente Paolini, ricordando che il vettore low cost romeno “aveva in passato partecipato al bando regionale, godendo quindi degli incentivi previsti”.

Tanto che Regione e Saga, a questo punto, “dovranno chiedere i danni e la restituzione degli incentivi stessi contemplati dal contratto” stipulato prima dell’insediamento del Presidente Saga Enrico Paolini, secondo il quale la “debolezza estrema della compagnia aerea e la mancanza di penali adeguate previste dal contratto” sarebbero alla base della cancellazione dopo tre anni del volo, così come avvenuto precedentemente con episodi analoghi riconducibili alle compagnie aeree di Wizzair e Mistral.   

Anche su questo fronte la Saga fa sapere che sta operando i necessari adeguamenti per evitare in futuro il ripetersi di situazioni analoghe, così come, per colmare ora il vuoto strategico legato alla cancellazione del volo “stiamo già lavorando – ha concluso Paolini –  per trovare una soluzione sostitutiva di questa compagnia” venduta ad un fondo tedesco.

Guarda anche

Gruppo Pd: grandinata, la regione provveda con fondi propri alla messa in sicurezza d’urgenza delle opere pubbliche danneggiate

 “La fortissima grandinata, seguita da un evento temporalesco senza precedenti, che ha interessato nella giornata del 10 luglio ampie zone della  nella nostra regione, ha messo in ginocchio le aree costiere, da Pescara a Montesilvano fino a Francavilla, tutta la costa dei trabocchi fino a Vasto, ma anche la costa teramana e troppi Comuni dell’entroterra. La Regione Abruzzo si è attivata per la richiesta dello stato di emergenza, ma oggi vogliamo fare un appello al Presidente Marsilio : la Regione provveda subito, con fondi propri, a dotare di fondi i Comuni maggiormente colpiti per la messa in sicurezza d’urgenza delle opere pubbliche danneggiate, come già avvenuto in passato in altre occasioni simili”. Con queste parole gli esponenti del gruppo Pd Silvio Paolucci (capogruppo), Antonio Blasioli e Dino Pepe, intervengono per chiedere al governo regionale di stanziare subito la somma necessaria per sistemare le infrastrutture pubbliche danneggiate dal maltempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7 + 13 =