martedì , 25 giugno 2019
Home » Passioni » Food » In arrivo l’edizione primaverile di  “Le stagioni del mare. Dalla rete al piatto”

In arrivo l’edizione primaverile di  “Le stagioni del mare. Dalla rete al piatto”

Villa Santa Maria

Dal 28 maggio al 9 giugno
torna la manifestazione
del FLAG Costa dei Trabocchi

 

Nelle cucine dei ristoranti della Costa dei Trabocchi sbarca il pesce di primavera. Dal 28 maggio al 9 giugno torna l’appuntamento con la manifestazione “Le stagioni del mare. Dalla rete al piatto”, l’evento dedicato al pesce fresco, locale e di stagione che finora ha già coinvolto con entusiasmo migliaia di partecipanti e decine di chef. Saranno 26 i ristoranti della provincia di Chieti che, in questa quarta edizione, proporranno menù a prezzi vantaggiosi in abbinamento a vini di qualità.

L’iniziativa è promossa dal Flag Costa dei Trabocchi in sinergia con Slow Food Lanciano, Confcommercio, Confesercenti, con il coinvolgimento degli operatori della ristorazione e la partnership dell’azienda Codice Citra con i vini della linea FERZO WINES.

La quarta edizione del progetto, dedicata alla primavera, è stata presentata questa mattina, nell’Istituto Alberghiero “G. Marchitelli” di Villa Santa Maria, dal presidente del FLAG Costa dei Trabocchi Franco Ricci, dal direttore Valerio Cavallucci, dal consigliere di amministrazione ed esponente di Slow Food Raffaele Cavallo e dalla dirigente scolastica Giovanna Ferrante. Tra gli interventi, anche quello di Pietro Giorgio Tiscar (Università di Teramo), Roberto Di Vincenzo (Gal Costa dei Trabocchi), Tosca Chersich (Camera di Commercio Chieti Pescara), Maristella Fortunato (Ufficio scolastico provinciale di Chieti), Daniela Di Silvestro (Regione Abruzzo) e Simona D’Alicarnasso (Codice Citra). A margine della conferenza, oltre cinquanta ospiti, tra giornalisti, amministratori e soci del FLAG, hanno avuto la possibilità di degustare un pranzo realizzato nel pieno spirito dell’iniziativa dagli studenti dell’Istituto, coordinati dai loro insegnanti.    

«Abbiamo deciso di attivare questa bella collaborazione con l’Istituto Marchitelli», ha spiegato il presidente Ricci, «perché è qui che si formano i futuri chef ed è proprio da loro che dobbiamo partire per sensibilizzare le nuove generazioni al consumo di pesce fresco, genuino, locale e soprattutto di stagione. Siamo felici che la dirigente scolastica, che ringraziamo di cuore, abbia risposto con entusiasmo al nostro invito, mettendo a disposizione di tutti noi la professionalità dei docenti e l’entusiasmo degli allievi di questo istituto che rappresenta un’eccellenza del nostro territorio».

L’obiettivo della manifestazione “Le stagioni del mare”, infatti, è proprio quello di sensibilizzare a un consumo responsabile di pesce, per provare a invertire il trend negativo registrato negli ultimi anni. I dati che emergono dall’ultimo rapporto dell’Ismea (Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare) sui consumi ittici, infatti, sono tutt’altro che rassicuranti.

«L’ultimo rapporto dell’Ismea», ha evidenziato Raffaele Cavallo, «rivela innanzitutto che gli acquisti di prodotti ittici in Italia hanno subito un calo di quasi il 2% nel 2018. Ma non solo. E’ preoccupante constatare come il consumo domestico del fresco rappresenti meno della metà (48%) della domanda complessiva di pesce. Inoltre, una buona parte del pesce che arriva sulle nostre tavole è di provenienza estera (comunitaria e, in misura lievemente minore, extracomunitaria), con un esborso complessivo di circa un terzo in più rispetto all’inizio del decennio».

Dopo le prime tre edizioni (estate e autunno 2018, inverno 2019), dunque, la manifestazione è pronta a chiudere il cerchio delle quattro stagioni con l’appuntamento primaverile. Mentre gli organizzatori già pensano di prolungare l’iniziativa.

«Il progetto “Le stagioni del mare. Dalla rete al piatto” era stato programmato dal FLAG per durare un solo anno, attraverso quattro appuntamenti», ha ricordato il direttore Cavallucci. «Ma alla luce del successo riscontrato, e su sollecitazione di ristoranti e partecipanti, stiamo valutando la possibilità, compatibilmente con l’attuazione del nostro piano di azione, di prolungare l’iniziativa per una seconda annualità».   

L’elenco di tutti i ristoranti aderenti all’iniziativa e i relativi menù proposti, oltre a tante gustose ricette suggerite dagli chef coinvolti, sono disponibili sul sito internet www.lestagionidelmare.it.

Guarda anche

Vinitaly: presentato il consorzio a tutela del Cerasuolo d’Abruzzo

Verona - Il rosato fa tendenza e l'Abruzzo scommette sul Cerasuolo. Al Vinitaly è stato presentato il "Rosautoctono": una compagine che raccoglie i Consorzi di tutela delle denominazioni di origine più rappresentative del settore (Bardolino Chiaretto, Valtènesi Chiaretto, Cerasuolo d'Abruzzo, Castel del Monte Rosato e Bombino Nero, Salice Salentino Rosato e Cirò Rosato) con l'obiettivo di dare una spinta decisiva, non solo dal punto di vista promozionale, ma anche economico e culturale, ai più significativi territori vocati alla produzione di questa tipologia di vino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × uno =