martedì , 21 gennaio 2020
Home » Archivio per Tag: Gianguido D’Alberto

Archivio per Tag: Gianguido D’Alberto

Teramo, pronto il progetto di riqualificazione per la ex Scuola Carlo Febbo di San Nicolò

“Il coronamento di una azione amministrativa che, in 18 mesi, ha posto le basi per il rilancio” Teramo – E’ stato consegnato al Sindaco Gianguido D’Alberto il progetto di recupero e sistemazione della ex Scuola Carlo Febbo di San Nicolò. Un traguardo raggiunto dopo una intensa opera di interlocuzione con la Regione Abruzzo volta a recuperare il finanziamento quasi perduto, …

Leggi ancora »

Teramo, Casa di Riposo “De Benedictis”: Vescovo e Sindaco in visita agli anziani

L’abbraccio con gli ospiti e gli operatori; D’Alberto rimarca la necessità di rivedere la Legge sulle ASP   Teramo – Visita tradizionale, questa mattina, alla Casa di Riposo ‘G. De Benedictis’ del Sindaco di Teramo Gianguido D’Alberto, assieme al Vescovo della Diocesi, Mons. Lorenzo Leuzzi: la ‘visita dell’Epifania’, che chiude il Natale teramano proprio nello stesso luogo dove era iniziato, …

Leggi ancora »

Banca Popolare di Bari, Il sindaco di Teramo D’Alberto convoca i sindacati

Teramo – Il Sindaco Gianguido D’Alberto ha convocato per la mattinata di lunedì prossimo, 16 Dicembre, le rappresentanze sindacali locali della Banca Popolare di Bari, per affrontare la questione del commissariamento dell’istituto di credito. Priorità dell’azione del Sindaco è di tutelare i lavoratori ed i risparmiatori, anche in ragione del ruolo che la Banca Popolare assume con le ramificazioni che …

Leggi ancora »

Teramo il sindaco D’Alberto su traforo del Gran Sasso “atto di gravissima deresponsabilizzazione”

Teramo - “Adesso basta. Il comunicato con cui la società Strada dei Parchi rende noto di non aver ancora revocato la decisione della chiusura del Traforo sull'A24, che implicitamente resta confermata, è un atto che chiama tutta la comunità a una risposta ferma e decisa. I nostri territori non meritano e non possono tollerare ulteriori inaccettabili affronti.  assolutamente il caso che Strada dei Parchi senta con forza la disapprovazione dell'intera comunità territoriale: dalle istituzioni ai semplici cittadini” la dura presa di posizione arriva dal Primo cittadino di Teramo Gianguido D’Alberto

Leggi ancora »

Teramo, Ruzzo Reti, nessuna ingiunzione ma accordo sul piano di rientro chiesto dal Sindaco

Teramo - Il Sindaco Gianguido D'Alberto ritiene necessario fare chiarezza sulla questione della Ruzzo Reti, del recupero dei rilevanti crediti vantati dal Comune nei confronti della società di distribuzione delle acque e sulla paventata ipotesi di presentare ingiunzione contro la stessa Ruzzo. La linea del Sindaco e dell’amministrazione comunale, come ribadito in sede di assemblea della Ruzzo Reti, in Consiglio comunale e agli organi di informazione, è di non emanare alcun decreto ingiuntivo ma di giungere ad una regolazione dei rapporti con la società che gestisce la distribuzione delle acque, che possa da un lato assicurare l’ottenimento dei propri interessi e dall’altro favorire la ripresa piena delle attività della Ruzzo Reti. Questo anche in ragione dell’accordo praticamente raggiunto per la rateizzazione del debito.

Leggi ancora »

Aumenti sulla TARI a Teramo: il sindaco D’Alberto “inaccettabile, frutto delle gestioni precedenti”

Teramo - In questi giorni stanno arrivando le cartelle 2018 di pagamento della TARI, la tassa comunale sui rifiuti; da esse si evince un significativo aumento, soprattutto per le utenze domestiche (v. sito del Comune cliccando sul banner denominato I.U.C. della colonna di destra della home page). Si tratta di una situazione che il Sindaco Gianguido D’Alberto ritiene inaccettabile, e rimarca che essa è, in via generale, “frutto delle gestioni precedenti - come del resto molte altre - che l’amministrazione potrà modificare con l’approvazione del prossimo Piano Economico-Finanziario”. L’aumento, infatti, è frutto di una decisione adottata dal Commissario straordinario nello scorso marzo, in fase di approvazione del Bilancio 2018. Una scelta alla quale l'amministrazione non ha partecipato e che la trova fortemente contraria, non condivisibile e totalmente inaccettabile.

Leggi ancora »